Atalanta, Gasperini: "Priorità all'Europa, vi do l'11 anti-Sassuolo"

Serie A
Gasperini (fonte Getty)
gasperini_atalanta_getty

L'allenatore nerazzurro gioca a carte scoperte: "Priorità all'Europa, il campionato è lungo e c'è più tempo per recuperare. Vi dico chi gioca contro il Sassuolo, sarà una partita difficile. Turnover? E' necessario, anche Gomez partirà qualche volta dalla panchina"

Un inizio difficile di campionato, con le due sfide perse contro Roma e Napoli. L'Atalanta vuole tornare alla vittoria dopo la sosta per le nazionali e ci proverà allo stadio Atleti Azzurri d'Italia contro il Sassuolo di Bucchi. In quella che sarà la partita che precederà il grande appuntamento in Europa League contro l'Everton, altra sfida importantissima e alla quale Gasperini rivolgerà un occhio di riguardo. “La priorità la do all’Europa League perché il campionato è più lungo e c’è più tempo per recuperare – ha dichiarato l'allenatore nerazzurro - Sulla carta abbiamo sedici giocatori che possono giocare. Fantastico che i tifosi abbiano già fatto soldi out. Non dobbiamo sbagliare, vogliamo stare dentro alla competizione. Turnover? Sarà necessario e fondamentale in tutte le partite, dovremo allargare la rosa dei calciatori utilizzabili. C’è Caldara che rientra, c’è la possibilità per Cornelius. Gomez non giocherà sicuramente sette partite, a volte partirà dalla panchina. Abbiamo bisogno di più gente che gioca”. Poi, a sorpresa, Gasperini dà tutto l'undici che affronterà il Sassuolo: "Gioca Berisha, Masiello, Toloi, Caldara, de Roon, Ilicic, Castagne, Cristante e Gosens, Gomez e Cornelius". 

"Fermi fin troppo, finalmente torniamo a giocare"

E per l'Atalanta inizia, contro il Sassuolo, un tour de force di sette partite nell'arco di venti giorni. Dopo le due sconfitte iniziale e la sosta per le nazionali, i nerazzurri vogliono trovare il ritmo giusto. "Siamo stati fin troppo fermi, ma ora siamo pronti e finalmente torniamo a giocare – prosegue Gasperini – Questo ciclo non mi spaventa, voglio giocare in modo continuativo. Il rodaggio è finito, finalmente inizia l'avventura e sono contento. Bisognerà sistemare le cose meno buone e aumentare i ritmi per le prossime partite. Ora c'è il Sassuolo, bisognare fare bene da subito".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche