16 settembre 2017

Bucchi: "Berardi? Non ci sarà. E la Juve sarà ancora più determinata"

print-icon
Bucchi, Sassuolo

Bucchi non avrà a disposizione Berardi (Twitter Sassuolo)

Il Sassuolo vuole ripartire dalla buona prestazione di Bergamo, ecco come l'allenatore neroverde ha preparato la partita con la Juventus: "Dopo Barcellona saranno ancora più determinati. Berardi? Lo valutiamo giorno per giorno, ma domani sicuramente non ci sarà"

La passione del Mapei Stadium sarà un ingrediente prezioso. Una carica che per il Sassuolo, contro la Juventus, dovrà durare per tutta la partita. C'è un piccolo dato, infatti, che preoccupa la squadra di Bucchi: perché delle cinque reti subite in questo inizio di campionato, i neroverdi ne hanno concesse tre nell'ultimo quarto d'ora. Dall'altra parte, però, il Sassuolo in Serie A non perde in casa dallo scorso Aprile. Ma adesso conta solo il presente, proprio come confermato da Bucchi nella conferenza stampa alla vigilia del match contro i bianconeri: "Sarà una grande emozione e soprattutto una soddisfazione giocare contro la Juventus. Negli ultimi tre anni è arrivata a giocarsi due volte la finale di Champions League. Sarà un grande stimolo per noi, l'obiettivo è portare avanti quello iniziato a Bergamo. La Juve, nella sua storia, ha dimostrato di saper superare i momenti difficili. Mi aspetto la solita squadra, forse ancora più vogliosa e determinata. La mentalità si costruisce nel tempo, la sconfitta col Barcellona non gli avrà di certo buttati giù. Anzi, saranno ancora più determinati".

Assenza pesante

"Berardi lo valutiamo giorno per giorno. Domani sicuramente non ci sarà. A Bergamo ho visto un grande animo. Adesso dobbiamo essere bravi a cambiare pelle durante la partita, dalla proposizione alla sofferenza. Matri sta migliorando molto, sono contento di tornare ad averlo a disposizione assieme a Peluso". Questione di mentalità: "Guardiamo step by step. Pensiamo a crescere secondo quella che è la nostra idea. Poi, certo, la Juve ha tutte le qualità. Dal palleggio alle conclusioni, ha davvero tutto. E se ha la possibilità ti può far male in ogni modo. Dal punto di vista fisico noi stiamo bene. Nella condizione generale siamo più avanti rispetto a diverse settimane fa. Sensi? Prima delle qualità mi piace il suo spiritio. Penso che il prinicipio giusto per scendere in campo sia questo. Ci stiamo allenando bene, questa è la mia squadra. Abbiamo trovato il percorso giusto. Nelle prime giornate non sentivo questo gruppo mio, adesso è diverso. Bergamo è stato solo il primo e piccolissimo passo. La difesa sarà a 3 ma che può interpretare anche una linea a quattro. Dobbiamo sapere leggere i momenti della gara".

I PIU' VISTI DI OGGI