Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
21 settembre 2017

Papu e i suoi fratelli: l’Atalanta si gode i giovani talenti

print-icon
gom

Non solo il Papu Gomez, in questo avvio di stagione a mettersi in mostra nell’Atalanta sono stati tanti giovani. Oltre al campione argentino, che con la doppietta contro il Crotone ha raggiunto numeri importantissimi, nella sfida di ieri sono entrati anche Orsolini, Vido e Bastoni: Gasperini può sorridere pensando al futuro.

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Se si parla di Atalanta non si può non pensare al Papu Gomez. L’argentino classe ’88 è sempre più leader e protagonista della squadra allenata da Gian Piero Gasperini, che dopo aver battuto 3-0 l’Everton nella gara di esordio in Europa League la scorsa settimana ed aver pareggiato in trasferta domenica sul campo del Chievo, ieri sera nel turno infrasettimanale di campionato ha regolato il Crotone con un secco 5-1. A segno ancora lui, il Papu: altri due gol e numeri importantissimi per il capitano nerazzurro, che con quella di ieri ha realizzato la sua quarta doppietta in Serie A nell’anno solare 2017, una in meno di Edin Dzeko, capocannoniere dello scorso campionato ed unico giocatore ad aver fatto meglio di lui in questa speciale classifica.

Laboratorio Atalanta

Non solo Gomez però, l’Atalanta può sorridere anche pensando al futuro. Un vero e proprio laboratorio quello di Gian Piero Gasperini, che nel secondo tempo del match di ieri contro il Crotone ha anche lanciato tre giovani dal sicuro avvenire. Sono Riccardo Orsolini, Luca Vido e Alessandro Bastoni. Orsolini, attaccante classe ’97 che si è già messo in luce nella passata stagione in Serie B con la maglia dell’Ascoli ed in estate è stato protagonista assoluto con la Nazionale Under 20 nel Mondiale di categoria, aveva già debuttato in nerazzurro nella sfida di domenica sul campo del Chievo, mentre ieri sera aveva anche trovato la via della prima gioia in Serie A: urlo strozzato in gola però, ad annullare il primo gol dell’attaccante – in posizione di fuorigioco - è stato il VAR. Per Vido, anch’egli attaccante classe ’97, e Bastoni, difensore del 1999, l’ingresso in campo di ieri sera ha invece rappresentato l’esordio assoluto in questo campionato. Cresciuto nelle giovanili del Milan e reduce dall’esperienza in Serie B con il Cittadella, Vido è alla prima esperienza in Serie A. Bastoni, prodotto del settore giovanile nerazzurro, nella passata stagione era già stato impiegato tre volte nella massima serie e nel corso della sessione estiva di calciomercato è stato acquistato dall’Inter, che lo ha lasciato alla corte di Gasperini per permettere al giocatore di crescere ancora. Non solo il presente dunque, l’Atalanta programma anche il futuro. Il laboratorio nerazzurro continua a sfornare talenti: Gasperini può sorridere, i ‘fratelli’ del Papu sono pronti. 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi