13 ottobre 2017

Serie A: calendario, programma, orari dell'8^ giornata

print-icon
Ica

Icardi festeggia con i compagni (Getty)

Dopo la pausa per le nazionali, il campionato riparte con tre big-match concentrati nella stessa giornata. Dopo la vittoria della Lazio all'Allianz Stadium sulla Juve, e quella del Napoli sulla Roma all'Olimpico, c'è grande attesa per Inter-Milan

LE PROBABILI FORMAZIONI DELL'8^ GIORNATA

Chiusa la parentesi di qualificazioni Mondiali e rientrati alla base i nazionali che erano in giro per il mondo, è ripartito il campionato. Tre scontri di altissimo livello, un altro - lunedì sera - che vale già punti importanti in ottica salvezza. Il primo (Juventus-Lazio), che ha regalato la grandissima sorpresa: la vittoria dei biancocelesti all'Allianz Stadium, dove la squadra di Allegri non perdeva da due anni. Il secondo ha confermato la forza del Napoli di Sarri: ottava vittoria su otto partite contro la Roma di Di Francesco e prima piccola fuga stagionale. Ora la grande attesa per il derby Inter-Milan. Lunedì sera Verona-Benevento chiude la giornata.

FIORENTINA-UDINESE (domenica 15 ottobre ore 12.30, diretta su Sky SuperCalcio HD e Sky Calcio 1 HD)

La Fiorentina ha sia segnato che subìto gol in tutte le ultime sette partite casalinghe in Serie A: nel parziale 15 reti segnate, 14 incassate. L'’Udinese, invece, ha perso tutte le ultime sette partite esterne di campionato, concedendo 21 reti, 3 di media a partita. I viola sono la squadra che ha segnato più gol nel quarto d’ora iniziale (4 come il Napoli), mentre nessuno ne ha subiti più dell’Udinese nello stesso periodo (tre). Sarà anche la sfida tra le due squadre che hanno realizzato più gol in questo campionato con i nuovi acquisti, sei ciascuna.

BOLOGNA-SPAL (domenica 15 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Il Bologna arriva da due successi di fila e non vince tre partite consecutive in Serie A dal marzo 2013, mentre per la Spal il pareggio contro il Crotone ha interrotto una striscia di quattro sconfitte consecutive con nove gol subiti nel parziale. Attaccanti ritrovati di questa sfida sono Rodrigo Palacio, che nelle ultime 4 gare ha segnato due reti (tante quante quelle realizzate nelle precedenti 44) e Alberto Paloschi, in gol nell’ultima giornata dopo 623 giorni di astinenza in A. Per lui, in carriera, già due reti al Bologna.

CAGLIARI-GENOA (domenica 15 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Il Cagliari arriva da tre sconfitte consecutive di campionato (non perde quattro partite di fila in Serie A da aprile 2015), in cui non ha trovato il gol: i rossoblu non restano a secco per quattro partite di fila in A da ottobre 2008. Non se la passa meglio il Genoa, che ha eguagliato la propria peggiore partenza nella storia della Serie A: due soli punti raccolti nelle prime sette partite giocate, come nella stagione 1957/58. I due club rossoblu sono accomunati anche da altri numeri negativi di questo inizio di stagione: nessuna squadra ha concesso più gol nel primo quarto d’ora di partita di loro due (3 ciascuna), 11 le reti subite in tutto: entrambe hanno preso quattro gol da palla inattiva e sette su azione. L’ex Leonardo Pavoletti (23 gol in 45 apparizioni con il Genoa in A) è alla ricerca di un gol che in campionato manca da ottobre 2016 (13 partite a secco).

CROTONE-TORINO (domenica 15 ottobre ore 15, diretta su Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD)

Dopo non aver segnato nelle prime quattro partite di campionato, il Crotone ha trovato la rete in tutte le ultime tre. La squadra di Nicola è già a cinque punti: lo scorso anno raggiunse questa quota dopo 11 partite di campionato. Il Torino, invece, ha subìto almeno due gol in tutte le ultime quattro partite di campionato, dopo averne concesso solo uno nelle precedenti tre. In attacco peserà l'assenza di Belotti, soprattutto alla luce di un dato che fa riflettere: dall'inizio della scorsa stagione, i granata hanno segnato un solo gol in 374 minuti senza il Gallo in campo.

SAMPDORIA-ATALANTA (domenica 15 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 2 HD)

La Sampdoria ha perso l’ultima partita di campionato dopo una serie di tre vittorie e due pareggi, subendo tanti gol quanti nelle cinque gare precedenti (quattro). Per i blucerchiati, due gol in ognuna delle ultime tre partite casalinghe in Serie A: l’ultima volta che hanno realizzato almeno due reti per quattro incontri consecutivi è stata nel settembre 2015. L’Atalanta, invece, ha sia segnato che subìto gol in tutte le ultime sei partite di campionato. “Fantacalcisticamente” raccomandati Fabio Quagliarella, che ha segnato 10 gol contro l’Atalanta (contro nessuna squadra ne ha fatti di più) e il 'Papu' Gomez che è, con Dybala, il primo giocatore per dribbling riusciti in questa Serie A (26) e quello che ha subìto più falli (sempre 26).

SASSUOLO-CHIEVO (domenica 15 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Il Sassuolo ha concesso 15 gol finora in campionato: ha fatto peggio dopo sette giornate solo nella sua prima stagione in A, quando ne concesse 21. Il Chievo invece, nell’ultima trasferta giocata contro il Cagliari, ha mantenuto la porta inviolata dopo una serie di 11 gare esterne con gol subiti (22 nel parziale). Per il Sassuolo non va meglio dal punto di vista dei gol fatti, visto che è una delle quattro squadre (insieme a Benevento, Crotone e Spal) a non avere nemmeno un giocatore sopra quota una rete. Inoltre Berardi, solitamente grande assistman (dal 2013/14 solo Insigne meglio di lui, 32 a 31), non ha ancora fornito un passaggio vincente in questo campionato. Dolci ricordi per Inglese, invece, che ha segnato al Sassuolo la sua unica tripletta in A.

INTER-MILAN (domenica 15 ottobre ore 15, diretta su Sky Sport 1 HD, Sky SuperCalcio HD e Sky Calcio 1 HD)

Inter e Milan hanno pareggiato entrambe le sfide dello scorso campionato per 2-2: il derby di Milano non finisce in pareggio per tre partite consecutive di Serie A da febbraio 1937. L’Inter attraversa un ottimo momento: non faceva almeno 19 punti nelle prime sette partite di campionato dal 2002/03. Inoltre ha segnato in 30 delle ultime 31 partite casalinghe in campionato. In casa Milan, invece, il derby può rappresentare una buona occasione di rilancio, dopo aver perso due gare di fila per la prima volta da febbraio (quando arrivò a tre sconfitte consecutive).

Si è detto molto dei “finali” dell’Inter: quella di Spalletti è la squadra che ha segnato più reti negli ultimi 15 minuti di partita in questo campionato (8); nemmeno una rete, invece, per il Milan nello stesso intervallo.

Tra gli autori di almeno 10 tiri, Mauro Icardi è quello con la più alta percentuale di conclusioni nello specchio (81%) e con la più alta percentuale di realizzazioni (38%). Il neo-rossonero Kalinic, invece, ha realizzato quattro gol contro l’Inter, tutti con la maglia della Fiorentina: a nessuna squadra ne ha segnati di più.

VERONA-BENEVENTO (lunedì 16 ottobre ore 20.45, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Gli unici confronti in campionato tra Verona e Benevento sono quelli della scorsa stagione, in Serie B: campani imbattuti grazie a una vittoria in casa (2-0) e un pareggio (2-2). Un successo, invece, per il Verona nell’unico precedente contro il Benevento in Coppa Italia: 4-2 nell’agosto 1984.

Tutti i tre gol segnati finora dal Verona sono arrivati nei 10 minuti finali di partita, entrambe le reti del Benevento nel primo tempo con Massimo Coda che è il giocatore che ha tentato più conclusioni senza trovare il gol in questo campionato (24): tutti gli altri con almeno 24 tiri hanno realizzato almeno due reti.

I PIU' VISTI DI OGGI