12 ottobre 2017

Inter-Milan, Candreva carico per il derby: "Milan arrabbiato? L'Inter lo sarà di più. Non è vero che giochiamo male"

print-icon
Antonio Candreva - Inter

Antonio Candreva, centrocampista dell'Inter (getty)

Il centrocampista nerazzurro di ritorno dalla Nazionale: "Siamo carichi per il Derby, vogliamo fare un campionato importante. Le critiche? Fanno parte del nostro mestiere, ma diamo sempre tutto in campo"

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELL'8^ GIORNATA

Terminata la pausa nazionali, Antonio Candreva torna a pensare all’Inter. Domenica sera ci sarà il Derby della Madonnina, una delle sfide più importanti della stagione nerazzurra: “Sono tornato qui con entusiasmo, come sono sempre tornato dagli impegni con l’Italia. Abbiamo una gara importante. Siamo carichi”, ha detto il centrocampista in conferenza stampa. Nella scorsa stagione una doppietta contro il Milan per Candreva spesso vittima delle critiche nelle ultime giornate: “Come ho già detto fa parte del lavoro. L'importante è sapere di aver dato tutto. I cross sbagliati? "In campo si deve pensare poco, su tanti cross che faccio magari qualcuno va fuori o alto. Capita. C'è da migliorare, con Mauro Icardi ci alleniamo anche su questo”. E ancora: "Vogliamo fare un campionato importante, sappiamo che vincendo allontaneremmo da noi un avversario che può lottare per i primi quattro posti ed è importante per il nostro cammino. Sono sia qui che a Roma i Derby partite sentitissime. Molto simili perché sono due grandi gare da giocare”.

"Il gol non è un'ossessione. Vogliamo arrivare in alto"

Ancora nessun gol in questa stagione per il centrocampista ex Lazio, che nella scorsa si sbloccò proprio contro i rossoneri: “Il gol non è mai stata un'ossessione. Mi fa piacere se segno, ma l'importante è il bene della squadra. Vogliamo arrivare in alto”. Dopo il Milan ci sarà il Napoli: “Certamente abbiamo due partite importanti davanti, ma pensiamo a una alla volta”. Possibilità che Candreva possa essere schierato anche sulla trequarti: “Non sono mai stato provato in quella posizione, anche se il ruolo conta fino a un certo punto. L'importante è avere un atteggiamento positivo. Oggi pomeriggio prepareremo la partita e vedremo. È vero che lo scorso anno all'andata segnai da posizione centrale, per cui può essere una soluzione. Durante le gare si può cambiare”.

"Possiamo migliorare, ma non giochiamo male"

È pensiero comune che l’Inter giochi spesso male: “Non sono d'accordo. Sono opinioni”, ha continuato Candreva in conferenza. “Con la Fiorentina abbiamo fatto una grande partita e anche nel secondo tempo con la Roma. Anche con la Spal è stata una buona partita. Magari soffriamo qualche contropiede e qualcuno dice che siamo fortunati. Possiamo migliorare, questo sì. Ma se vinciamo e giochiamo male, bene. Pensa quando giocheremo bene”. Sul possibile Milan di domenica: "Viene da partite non positive, sarà arrabbiato ma noi dobbiamo esserlo di più perché vogliamo vincere. Se è il momento della verità? Avvertiamo solo che siamo l'Inter e dobbiamo vincere sempre o comunque provarci. È ancora presto per dire se sono così importanti queste gare con Milan e Napoli. Il derby certamente può darci una spinta in più verso la prossima. Ce ne sono poche di partite così. C'è sempre qualche energia, qualcosa in più. Fa piacere essere accostato a gente che ha fatto la storia di questo club e spero di farla anch'io. Ho sposato questo progetto e sono onorato di far parte di questa squadra”, ha concluso.

Candreva: "Spiace per i fischi, posso fare il trequartista"

I PIU' VISTI DI OGGI