Juventus, Allegri: "Bravi e maturi a restare lucidi, nel calcio non c'è niente di scontato. Dybala..."

Serie A

Tre punti più sofferti del previsto per i bianconeri, che si ritrovano sotto in casa con il Benevento e riescono a rimontare soltanto nel secondo tempo. Massimiliano Allegri commenta ai microfoni di Sky Calcio Show: "Mi sono arrabbiato nel finale per quel tiro concesso a Cataldi, ma faccio i complimenti ai ragazzi"

Alla fine i tre punti, per la Juventus, sono arrivati. Una partita però più difficile del previsto quella contro il Benevento, sebbene Allegri avesse avvisato i suoi del pericolo nella conferenza stampa della vigilia. Bianconeri puniti al primo tiro in porta da Ciciretti, poi sfortunati per tutto il primo tempo alla ricerca del pareggio. I gol sono arrivati nel secondo tempo, nel giro di 10': Higuain prima e Cuadrado poi, per una vittoria che avvicina Buffon e compagni a Inter e Napoli, entrambe bloccate sul pareggio. L'allenatore bianconero ha commentato il match a Sky Calcio Show: "Arrabbiato nel finale? Perché quando siamo andati in vantaggio ci siamo fermati di nuovo, abbiamo concesso quel tiro a Cataldi e il calcio d'angolo. A parte questo, faccio i complimenti ai ragazzi: abbiamo avuto tante palle gol che abbiamo sbagliato ed è stato bravo anche il loro portiere, ma siamo stati bravi a restare lucidi nel secondo tempo, con pazienza. Una vittoria importante che ci fa riavvicinare al Napoli, anche se il campionato è ancora lungo.

Su Dybala, Cuadrado e Marchisio

"La prestazione di Dybala? Ha fatto una buona partita, gli è mancato solo il gol ma in questi momenti in cui non arriva è inutile forzare le cose. L'ho cambiato perché avevo bisogno di un centrocampista in più, in quel momento eravamo stanchi. Marchisio? Bene, non pensavo riuscisse a fare una partita del genere quindi sono contento". Allegri poi risponde sulle distrazioni difensive che ancora la Juve non è riuscita a correggere del tutto: "Dobbiamo gestire meglio la palla, dare pressione e non essere passivi. Tuttavia oggi abbiamo preso gol nell'unico errore commesso, bastava essere un pizzico più reattivi". Alla fine il giocatore decisivo è stato Cuadrado: "Ha imparato a chiudere l'azione, è migliorato tantissimo. Ma oggi dico 'bravi' a tutti i ragazzi, perché nel calcio non c'è mai niente di scontato: a volte la palla non vuole entrare. A noi è successo contro la Lazio e oggi, ma siamo stati bravi ad avere pazienza, con intelligenza e maturità. E alla fine non ho nemmeno gettato il cappotto... L'ho tolto con calma e l'ho anche piegato".

Cuadrado: "Complimenti al Benevento"

A fine partita ha parlato anche il colombiano, autore del gol decisivo: "Sapevamo fosse una partita dura, Allegri ce l'aveva detto. Il Benevento ha giocato una buona partita, non hanno niente da perdere e ci hanno messo in difficoltà: faccio loro i complimenti. Importante per noi aver fatto risultato, ci avviciniamo al primo posto. La prestazione della squadra? Mi lascia tranquillo, abbiamo avuto tante occasioni e ci è mancato solo di concretizzarle, per fortuna poi nel secondo tempo l'abbiamo sbloccata. Dobbiamo continuare così, l'obiettivo è arrivare allo scontro diretto contro il Napoli a questa distanza in classifica".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche