Roberto Inglese sarebbe pronto per il Napoli?

Al Napoli farebbe comodo un attaccante in più, ma Inglese dovrebbe restare al Chievo fino a giugno. Quanto è adatto al gioco della squadra di Sarri, in ogni caso?

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Nelle ricostruzioni degli ultimi giorni della passata sessione estiva di mercato, la trattativa che ha portato Roberto Inglese a firmare per il Napoli viene dipinta come un acquisto d’impulso, come i Ferrero Rocher in coda alla cassa del supermercato. «Un vero blitz effettuato in tempi rapidissimi», consumatosi a Milano tra i corridoi dell’Hotel Melià: Giuntoli entra nella stanza di Romairone, ds del Chievo, dopo aver avuto «un’idea last minute», e raggiunge l’intesa «in una manciata di ore».

In quei giorni il nome di Inglese veniva spesso associato alla Sampdoria, che non aveva ancora chiuso per Duván Zapata, e stando sempre al ds Romairone, su di lui «c'erano anche altre squadre, italiane ed estere». Inglese scopre dell’interesse del Napoli alle sette di sera, con il mercato che chiude alle undici. Viene valutato per una cifra tra gli 11 e i 12 milioni di euro, e viene premiato con un quadriennale da 700mila euro, il doppio di quanto percepiva con il Chievo, ma decisamente in linea con il monte salari del Napoli.

Dal punto di vista delle dinamiche di mercato, l’acquisto di Inglese appare molto diverso dall’acquisto di Pavoletti, un attaccante a cui è stato facilmente associato per le caratteristiche fisiche simili, l’altezza sopra la media e l’abilità spiccata nei duelli aerei, e per i percorsi di carriera affini, con la chiamata del Napoli che è arrivata dopo una lunga gavetta in tutte le categorie di professionismo.

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005