Atalanta, Gasperini: "A Roma giochiamocela senza fare calcoli. Turnover? Ho più alternative"

Serie A

Trasferta di lusso per l’Atalanta, che è attesa all’Olimpico dalla Roma in attesa del ritorno del preliminare di Europa League contro il Copenaghen. Gasperini: “Con i giallorossi non è mai una partita da esperimenti. Non so ancora chi giocherà, ma ho più alternative dell’anno scorso. Rigoni? Sta bene e ha bisogno di mettere minuti nelle gambe”

ROMA-ATALANTA LIVE

E’ già tempo di tornare in campo per l’Atalanta che, nel mezzo delle due sfide contro il Copenaghen, dovrà vedersela con la Roma. All’Olimpico, nel Monday Night di domani sera. L’obiettivo, ovviamente, è quello di dare seguito alla vittoria all’esordio contro il Frosinone, che ha permesso ai nerazzurri di tornare a vincere la prima giornata di campionato dieci anni dopo l’ultima volta. Ma non sarà facile, sia per la forza dell’avversario sia per l’importanza dell’impegno di giovedì, dal quale dipenderà l’ingresso in Europa: “Abbiamo sempre detto che la sfida che conta sarà quella di giovedì a Copenaghen – ammette Gian Piero Gasperini nella consueta conferenza stampa della vigilia – ora però è giusto pensare alla Roma, che è pur sempre un confronto molto atteso”.

Il turnover

Ci saranno dei cambi, probabilmente, rispetto all’undici sceso in campo giovedì contro i danesi. Ma Gasperini non vuole sentire parlare di turnover: “Non so cosa intendiate con questo termine – ha continuato – ma sicuramente abbiamo più alternative. Non so ancora chi sarà della partita o meno, anche perché l’allenamento è finito da poco. Ho tempo fino a domani per pensarci. Certo, giocare una volta ogni tre giorni non aiuta, ma con la Roma non potrà mai essere una partita da esperimenti.”

L’avversario

Già, i giallorossi, vittoriosi alla prima con il Torino grazie alla rete allo scadere di Dzeko, fanno paura: “E’ una squadra che si è rinforzata – ha detto l’allenatore dei bergamaschi – ha inserito in rosa alternative importanti come Cristante, Kluivert e Nzonzi. Sono un gruppo rodato, con un sistema di gioco preciso ed esordiranno davanti al loro pubblico in un ambiente molto caldo. Non sarà facile. Di Francesco sta portando avanti nel migliore dei modi l’ottimo lavoro iniziato l’anno scorso”. 

Cristante e i nuovi 

La Roma di Cristante, che proprio con Gasperini ha trovato la sua consacrazione: “Con noi ha fatto un percorso fantastico tanto in campo quanto fuori, spero possa diventare un giocatore importante per la Roma. Ci vorranno tempo e fiducia per inserirsi, ma noi continueremo a seguirlo con tanto affetto”. Per quanto riguarda l’undici nerazzurro, invece, non ci sarà Ali Adnan: “Non è ancora in perfetta condizione – sottolinea Gasperini – e non gioca da tempo. Non me la sento di modificare dopo due anni l’assetto della squadra. Rigoni? Lui è in una buona condizione. E’ con noi da martedì, ha fatto pochi allenamenti e non ho avuto il tempo per provare a collocarlo in più situazioni. Il problema con lui sta proprio nel capire dove farlo giocare, ma se un giocatore sta bene allora bisogna iniziare a mettergli minuti nelle gambe”. Buone notizie, invece, dall’infermeria: “Palomino ha recuperato, sarà a disposizione per Copenaghen”.

Copenaghen

Chiosa finale proprio sulla partita di giovedì: “Siamo delusi per lo 0-0 in casa, però si tratta di un risultato che ci permette di uscire solo in caso di sconfitta. Non sarà una partita facile, la fatica che è più mentale che fisica potrebbe condizionarci. Ora però testa alla Roma: giochiamo in uno stadio importante e contro una squadra importante, gli stimoli non possono mancare. Giochiamocela senza calcoli”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche