Napoli, Allan: "E' arrivato il momento di vincere qualcosa. E voglio la Nazionale"

Serie A
Allan_Napoli_Getty

Il centrocampista brasiliano, dopo le vittorie del suo Napoli contro Lazio e Milan nelle prime due giornate di campionato, suona la carica: “L’anno scorso abbiamo fatto una grandissima stagione, ma non è bastata per portare a casa lo Scudetto. Adesso è arrivata l’ora di vincere qualcosina. Ancelotti? Bello lavorare con lui, ci trasmette tranquillità”

NAPOLI, CHE RIMONTA. ZIELINSKI E MERTENS PIEGANO IL MILAN

ANCELOTTI: “PORTO IDEE NUOVE, MA SERVE TEMPO”
 

Ha iniziato così come aveva finito. L’anno scorso le presenze per Allan sono state 50, considerando campionato, Coppa Italia, Champions ed Europa League. Con Ancelotti beh, la musica non è cambiata affatto: 180’ min nelle prime due giornate, titolare dal primo all’ultimo secondo di gara sia con la Lazio che con il Milan. Il centrocampista brasiliano è pronto ad affrontare la sua terza stagione in azzurro, che spera di condire con un trofeo: “Perché è arrivato il momento di vincere qualcosina qui a Napoli – dice sorridendo ai micrfofoni di Radio Kiss Kiss – quel che è certo è che darò tutto me stesso per aiutare la squadra”.

L’ora di vincere

Il sorriso è tornato, insomma. O forse non era andato mai via, nonostante un pre campionato difficile, condito da sconfitte, alcune delle quali anche dolorose: “Sì, ci voleva un po’ di carica per ottenere risultati e punti – continua – è bellissimo ricevere l’affetto della gente, ci rende felici. L’anno scorso, nonostante una grandissima stagione, non siamo riusciti a vincere lo Scudetto e questo ci dispiace. Ci riproveremo anche a questo giro. Magari servirà meno, magari servirà di più. Staremo a vedere”.

La partita contro la Samp

Sei punti non banali quelli raccolti dagli azzurri. Prima la difficile trasferta di Roma con la Lazio, poi il Milan al San Paolo. Due vittorie e cinque gol fatti il bottino: “Siamo soddisfatti di quanto fatto, non possiamo regalare gol e punti ad avversari come Lazio e Milan. Sono gare in cui devi rimanere concentrato per 90’, cercando di andare avanti e di superare tutti gli ostacoli. Con la Samp domenica avremo lo stesso identico atteggiamento, cercheremo di preparare al meglio la partita. L’urlo del San Paolo alla doppietta di Zielinski? E’ stato bellissimo, ha caricato l’ambiente. Qui ci piace vincere con la forza del collettivo”. A Marassi gli azzurri ritroveranno Tonelli, da avversario però: “Qui non ha trovato continuità, ma dopo domenica gli auguro una grandissima stagione. E’ sempre stato un grandissimo compagno”.

Obiettivo Brasile

L’ex Empoli è andato via perché avrebbe giocato poco, probabilmente. Allan, invece, gioca sempre: “Fa molto piacere essere costantemente in campo – ammette – e far parte di un gruppo speciale, che cerca sempre di aiutare i compagni in difficoltà. Il mister ci fa sentire tutti importanti, arriverà il momento per ciascuno di noi date le tante partite. Proveremo a vincerle tutte, a prescindere dalla competizione. Ancelotti? E’ facile lavorare con lui. E’ una persona tranquilla, che cerca di lasciarci liberi e che ci consiglia sempre sulla posizione da prendere o sul movimento da fare. Ci da’ tranquillità”. Già serviranno le indicazioni di uno degli allenatori più vincenti di sempre per far sì che Allan raggiunga il suo obiettivo, ovvero la Nazionale brasiliana: “Sì, per me è l’obiettivo massimo – ha concluso – io sto facendo il mio. Tite in questo momento sta dando tante possibilità a chi gioca in Brasile, spero faccia lo stesso anche per chilo fa in Europa”

 

 


 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche