user
16 ottobre 2018

Inter-Milan, Higuain talismano derby: non ne ha mai perso uno nei 90 minuti

print-icon

Da River-Boca a Inter-Milan passando per il derby di Madrid e quello della Mole: l'argentino ha giocato in carriera 16 derby, perdendone soltano uno, la finale di Coppa del Rey con l'Atletico del 2013. Nei novanta minuti solo vittorie e pareggi per il Pipita, con 11 gol all'attivo

LA SITUAZIONE DEI NAZIONALI: INTER - MILAN

TI TE DOMINET MILAN: LA STORIA DI "OH MIA BELA MADUNINA"

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Un Pipita in più per sperare in un risultato positivo. Gonzalo Higuain è un attaccante formidabile da oltre 300 gol in carriera, ma soprattutto un talismano in chiave derby. Ne ha giocati 16 finora e il bilancio è di quelli che possono tranquillizzare i tifosi rossoneri in vista di Inter-Milan di domenica 21 ottobre: undici vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta, in un Real-Atletico del 2015 in Coppa del Re, peraltro ai supplementari. Nei 90 minuti l’argentino è una garanzia quando scocca l’ora delle Stracittadine. E non solo come amuleto. Il Pipita ha segnato anche 11 gol, una media di una rete ogni 130 minuti.

River Plate-Boca Juniors

L’esordio di Higuain in un derby risale al marzo del 2006: l’attaccante argentino parte titolare con il suo River Plate contro il Boca Juniors. Finisce 1-1. Niente gol, ma il Pipita si rifà qualche mese dopo, a ottobre dello stesso anno: il River vince 3-1 e Higuain segna una doppietta. Sono le prime esultanze in un derby della sua vita. E non saranno le ultime.

L'esultanza di Higuain con il River Plate (getty)

Real Madrid-Atletico

Nel 2007 Higuain si trasferisce al Real Madrid. Sono sei anni di grandi sfide con i Colchoneros, quasi tutte vinte dai Blancos. La prima nel febbraio del 2007, 1-1 e rete del Pipita. L’ultima è la più amara: la finale di Coppa del Re del maggio 2013, persa 2-1 ai supplementari. In mezzo altri 8 derby, con sei vittorie e due pareggi e un bottino di 5 gol.

Sguardo al cielo dopo un gol con il Real (getty)

Il derby della Mole

Con il Napoli Il Pipita vive una delle sue migliori stagioni in carriera. Per respirare ancora l’atmosfera magica delle Stracittadine, però, bisogna attendere il suo chiacchierato trasferimento alla Juventus, nel 2016: con i bianconeri l’argentino gioca due anni, in tempo per arricchire il suo curriculum di gol anche nel derby della Mole. Segna all’esordio, nell’1-3 juventino del dicembre 2016, e si ripete a maggio 2017, nella partita di ritorno (1-1). Nel 2017-2018 la squadra di Allegri vince entrambi i derby (4-0 allo Stadium e 0-1 all’Olimpico Grande Torino), ma Higuain questa volta rimane a secco. Tra andata e ritorno gioca complessivamente 25 minuti: difficile anche per uno come lui trovare la via della rete.

Il Pipita esulta dopo un gol al Toro (getty)

Inter-Milan

Ed eccoci a Inter-Milan, il primo da numero 9 rossonero. Una testa a testa tutto argentino con Mauro Icardi e la voglia di timbrare il cartellino all’esordio, come ha già fatto a Madrid e Torino. Il Pipita è in grande condizione e i tifosi rossoneri, con tutti gli scongiuri del caso, possono stare tranquilli. Nei derby, perlomeno nei novanta minuti, garantisce Higuain l'amuleto.

Gonzalo Higuain con la maglia del Milan (getty)

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi