Udinese Napoli 0-3: gol e highlights. A segno Ruiz, Mertens e Rog. Ancelotti a -4 dalla Juve

Non sbagliano gli azzurri alla Dacia Arena: la sblocca Ruiz entrato al posto di Verdi, nel finale arrotondano Mertens su rigore e Rog nel 3-0 imposto ai friulani. Udinese sconfitta per la 4^ gara di fila, Napoli che sale a quota 21 punti a -4 dalla Juventus fermata sull'1-1 dal Genoa. La tua squadra in Italia e in Europa? Guardala su Sky anche sul digitale terrestre. Clicca qui

UDINESE-NAPOLI MINUTO PER MINUTO

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

UDINESE-NAPOLI 0-3

14' Ruiz, 82' rig. Mertens, 86' Rog

Udinese (4-1-4-1): Scuffet; Stryger Larsen, Troost-Ekong (35' Opoku), Nuytinck, Samir; Behrami (68' Barak); Pussetto, Fofana, Mandragora, De Paul; Lasagna. All. Velazquez

Napoli (4-4-2): Karnezis; Malcuit, Koulibaly, Albiol, Hysaj; Callejon, Allan, Zielinski (85' Rog), Verdi (4' Ruiz); Mertens, Milik (74' Hamsik). All. Ancelotti

Ammoniti: Pussetto (U), Milik (N), Albiol (N), Allan (N), Stryger Larsen (U), Mertens (N)

1 nuovo post
48' - Nessun problema per Samir, pronto a riprendere il gioco dopo uno scontro fortuito con Ruiz al limite della propria area di rigore
- di luca.cassia
AL VIA LA RIPRESA! SI RIPARTE DALL'1-0 DEL NAPOLI!
- di luca.cassia

Intanto c'è un buco nella rete della porta ora difesa da Karnezis: si adopera lo staff dell'Udinese con il nastro isolante per sistemare l'anomalia nella porta

- di luca.cassia

Rientrano le squadre in campo per il secondo tempo: non ci saranno cambi all'intervallo senza dimenticare la sostituzione per parte registrata nei primi 45 minuti. Fuori Verdi nel Napoli rimpiazzato da Ruiz subito a segno, dentro Opoku per Ekong nell'Udinese

- di luca.cassia
Ecco il destro magistrale di Ruiz che decide il primo tempo tra Napoli e Udinese
 
- di luca.cassia
FINE PRIMO TEMPO ALLA DACIA ARENA! NAPOLI AVANTI 1-0!
Una prodezza del neoentrato Ruiz, subentrato a Verdi dopo 4 minuti dal fischio d'inizio, vale il vantaggio degli azzurri ad Udine. Primi 45 minuti positivi per la squadra di Ancelotti vicina al raddoppio con Zielinski, Mertens e Milik. Qualche chance anche per l'Udinese di Velazquez nel segno di Lasagna, il più pericoloso nell'undici bianconero
- di luca.cassia
49' - Pussetto! Manca l'ultimo tocco all'argentino classe 1995 servito dalla destra: controllo difettoso su un pallone complicato, Karnezis riesce a recuperare il pallone! Sull'azione seguente ci prova Lasagna con una chance simile a quella registrata al 23', tuttavia stavolta il suo sinistro termina altissimo
- di luca.cassia
45' - Quattro i minuti di recupero alla Dacia Arena
- di luca.cassia
45' - Ammonito Albiol dall'intervento in ritardo su Mandragora a centrocampo, scivolata punita con il giallo dall'arbitro Mariani
- di luca.cassia
43' - Due volte Milk! Il polacco prima viene murato da Samir dal limite dell'area, poi irrompe di testa sul cross di Malcuit senza trovare la porta! Insiste la squadra di Ancelotti alla ricerca del raddoppio!
- di luca.cassia
36' - Ammonito Milik nel Napoli: durissimo intervento in scivolata su De Paul a centrocampo, giallo inevitabile quello sventolato dall'arbitro Mariani che si consulta con il VAR per il fallaccio del polacco e osserva personalmente il replay dell'episodio. Non cambia il provvedimento del direttore di gara, il gioco può riprendere
- di luca.cassia
35' - Primo cambio nell'Udinese che fatica eccome sulla destra: esce Ekong ed entra Opoku, vedremo come si posizioneranno in difesa gli uomini di Velazquez
- di luca.cassia
34' - Nemmeno il tempo di registrare la chance dell'Udinese che il Napoli ci riprova con Mertens, destro a giro da posizione defilata che sfiora il palo lontano di Scuffet!
- di luca.cassia
33' - Dall'altra parte De Paul serve un gran pallone dalla destra per Lasagna: assist meraviglioso per l'attaccante che schiaccia col sinistro, para sicuro Karnezis
- di luca.cassia
31' - Zielinski! Napoli in pieno controllo del match e pericoloso con gli ex! Splendida imbucata di Allan per l'inserimento del polacco, sinistro al volo che non trova la porta di Scuffet! Azzurri vicini al raddoppio!
- di luca.cassia
26' - Zielinski sbaglia la misura del cross a rientrare dalla sinistra, pallone dalla traiettoria velenosa che non termina lontano dalla porta di Scuffet. Napoli che sembra tornato in controllo del match dopo la doppia conclusione dell'Udinese in pochissimi minuti
- di luca.cassia
23' - Lasagna! Sbaglia Albiol, ne approfitta il centravanti bianconero che scappa in progressione e scarica il diagonale da posizione defilata: mancino che trova la risposta in due tempi di Karnezis, ci prova ancora la squadra di Velazquez!
- di luca.cassia
22' - Risponde l'Udinese con De Paul, destro sopra la traversa difesa dall'ex Karnezis. Quattro i gol in campionato del miglior marcatore friulano, "servito" da una respinta di Albiol sulla botta di Fofana
- di luca.cassia
15' - Arriva anche il primo giallo del match ai dell'Udinese: l'arbitro Mariani punisce un'entrata in ritardo di Pussetto su Mertens con un'ammonizione
- di luca.cassia
14' - NAPOLI IN VANTAGGIO! GOL DI FABIAN RUIZ!
La sblocca proprio il neoentrato con un gol alla Insigne! Entrato in avvio al posto dell'infortunato Verdi, l'ex Betis sfrutta gli errori friulani e indovina un destro a giro vincente da posizione defilata: conclusione splendida quella dello spagnolo, nulla da fare per Scuffet! Non c'è Insigne ma gli azzurri passano in vantaggio con un gol degno del proprio leader tecnico: da ricordare come Ruiz sia un mancino tuttavia a segno col piede debole, prodezza individuale quella dello spagnolo!
- di luca.cassia

Rallentano Juventus e Roma, non sbaglia il Napoli di Ancelotti. Squadra dalle tante identità quella di Carletto, bravo a mescolare le carte e calare gli assi vincenti: la sblocca Fabián Ruiz entrato in avvio per l’infortunio muscolare di Verdi, la chiude dopo 40 secondi dal suo ingresso Rog nel finale di gara. Di mezzo il rigore trasformato da Mertens e una prestazione convincente, quella che vale quota 21 punti in classifica a -4 dalla Juventus capolista fermata dal Genoa. Senza l'imprescindibile Insigne e con l’ennesima formazione mai vista al fischio d’inizio, Ancelotti centra la seconda vittoria di fila e si avvicina al meglio all’incrocio in Champions League contro il PSG.

Fabián Ruiz, asso dalla panchina

Napoli dai mille volti, altro non fosse che alla Dacia Arena si affaccia l’ennesimo undici inedito: merito della gestione totale della rosa da parte di Ancelotti, scelte agli antipodi con l’integralismo sarriano votato agli stessi fedelissimi. Fuori Insigne dal riposo precauzionale verso il PSG, Carletto conferma il 4-4-2 infarcito di ex (Karnezis, Allan e Zielinski) oltre al tandem Milik-Mertens. Vecchie conoscenze pure in casa Udinese con capitan Behrami, leader chiamato a riscattare i tre ko di fila. Napoli che in realtà cambia nuovamente fisionomia dopo quattro minuti complice l’infortunio muscolare di Verdi: a subentrare è Fabián Ruiz, spagnolo come Callejon due volte al tiro senza fortuna. Precisione che invece non manca all’ex Betis, affare estivo da 30 milioni di euro, che al 14’ si traveste da Insigne e sblocca il match: male la difesa bianconera nel disimpegno, ottimo il destro a giro "alla Insigne" (lui che è mancino) che non lascia scampo a Scuffet. Si tratta del 5° gol azzurro nei primi 15 minuti di partite in campionato, partenza sprint ribadita ad Udine. Padroni di casa che replicano con De Paul e soprattutto Lasagna, fermato in due tempi da Karnezis. Meglio la formazione di Ancelotti per intensità e gestione del match, supremazia legittimata dalla coppia Zielinski-Mertens (vicini al raddoppio per questione di centimetri) oltre a Milik, doppio tentativo a distanza ravvicinata. Gli uomini di Velazquez pungono con gli strappi di Lasagna e le intuizioni di De Paul, slanci che non valgono l’1-1 all’intervallo.

La chiudono Mertens e Rog

Napoli in controllo pure in avvio di ripresa, tuttavia l’Udinese si rivela più intraprendente sul solito asse De Paul-Lasagna: l’argentino inventa muovendosi sulle fasce, il centravanti della Nazionale trova invece le chiusure di Karnezis e Koulibaly sul più bello. Grande intensità in campo (tre ammoniti in altrettanti minuti tra il 56' e il 59') e qualche brivido per la Dacia Arena sul disimpegno di Samir che, terrorizzato dalla presenza di Callejon alle sue spalle, si rifugia in corner scheggiando il palo esterno. Troppi errori in impostazione da entrambe le parti, amnesie che gli ingressi di Barak ed Hamsik sono chiamati a vanificare. In realtà a confezionare il raddoppio azzurro sono Malcuit (ottima fuga sulla destra) e Callejon respinto col braccio in area da Samir: dal dischetto non sbaglia Mertens, gol numero 71 in A per lui (93 i centri totali) e partita in ghiacciaia. Chi trova il tempo per ritagliarsi il 3-0 è Rog in campo solo da 40 secondi, ennesima dimostrazione che le rotazioni di Ancelotti giovano a chiunque. Soprattutto al Napoli che riduce il distacco dalla Juve e si avvicina nel modo migliore alla trasferta di Parigi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche