FIGC, Gabriele Gravina è il nuovo presidente. "Facciamo squadra, il riscatto inizia oggi"

L'assemblea della Federazione italiana gioco calcio ha eletto il nuovo presidente alla prima votazione con il 97,2% dei voti: è il candidato unico Gabriele Gravina

IL PROFILO - IL PROGRAMMA

Dopo 9 mesi di commissariamento la Figc ha un presidente eletto. Si tratta di Gabriele Gravina, ex numero uno della Serie C, unico candidato alla poltrona più importante del calcio italiano: è stato eletto al primo turno con il 97,2% dei voti.

Le prime parole del neo presidente: “Cambiamo verso, calcio non può più aspettare”

Il calcio che vorrei è quello dei giovani, ma anche quello femminile. Vorrei anche un calcio sostenibile, delle famiglie, capace di fare impresa e un calcio con impianti moderni e funzionanti". Le parole di Gabriele Gravina. “Abbiamo bisogno di un rilancio basato sull'ascolto di tutte le componenti, ma anche con un'apertura verso il nuovo. E’ una occasione storica di rilancio, il riscatto comincia oggi. Tutti insieme calciamo. Ringrazio tutti per il supporto e il sostegno: Gabriele è uno di voi, uno che vuole cambiare e rilanciare il calcio italiano. Cambiamo verso e direzione, puntiamo a coltivare la passione di tanti dirigenti del calcio italiano, per far sì che ci sia la massima professionalità". Sono le prime parole del neo eletto presidente della Federcalcio. "Risponderemo con i fatti, i comportamenti e il lavoro. Bisogna saper sognare, progettare e credere. Il calcio non può più aspettare, andiamo insieme".

1 nuovo post
Ulivieri: "Non c'è tempo da perdere, abbiamo un mondo da cambiare" 
- di Redazione SkySport24
Malagò: "Stop litigi, ora si pensi al bene del mondo del calcio"
"Mi aspetto una giornata positiva, mi sembra che ci sia un buon clima, il candidato è unico e questo dimostra che c'è e ci sarà compattezza, cosa che ho sempre auspicato. La prima cosa che chiedo al mondo del calcio? Di essere meno litigioso possibile e di concentrarsi sulle cose da fare che mi sembra a grandi linee e a parole trovano tutti d'accordo". Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, al suo arrivo a Fiumicino."Per il bene del calcio bisogna cercare di non guardare subito all'immediato, all'interesse della singola componente, ma di pensare magari di fare un discorso di più ampio respiro che porti beneficio a tutti. Penso sia una cosa importante non solo per la federazione e il calcio, ma anche per lo sport italiano e il Paese".
- di Redazione SkySport24
 
Fabbricini: "Elezione Gravina al primo turno sarebbe bel segnale"  
- di Redazione SkySport24
Gli aggiornamenti dall'Hilton di Fiumicino
- di Redazione SkySport24
Carnevali: "A Gravina chiediamo normalità e novità" 
- di Redazione SkySport24

Lega Pro Official on Twitter

Twitter“#assemblea elettiva #figc”
- di Redazione SkySport24
Nicchi: "Penso che Gravina sarà eletto con oltre il 90% dei voti"
"Prevedo che Gravina sarà eletto al primo turno, credo anche oltre il 90% dei voti". E' la previsione del presidente dell'Aia, Marcello Nicchi, poco prima dell'apertura dell'assemblea elettiva della Federcalcio che vede Gabriele Gravina candidato unico alla presidenza. Il quale, in vista dell'elezione si è detto "molto emozionato" poco dopo aver salutato il numero uno della Fifa, Gianni Infantino, anche lui tra gli accreditati presenti all'Hilton Fiumicino.
- di Redazione SkySport24
Fabbricini: “Mi merito la sufficienza. Serie B a 19 squadre decisione più sofferta”
 
Il commissario straordinario della Figc traccia un bilancio del suo mandato. "Sono stati 9 mesi, praticamente una gravidanza, giorni complessi e interessanti con tante situazioni che  abbiamo affrontato anche poi con difficoltà oggettive da parte mia. Il momento più difficile? Forse l'estate quando abbiamo assunto il provvedimento sulla B a 19 squadre, un provvedimento sofferto anche per me che l'ho dovuto prendere -prosegue Fabbricini ospite di Radio  anch'io Sport. Poi ha prevalso in me una idea abbastanza radicata: c'è una brutta parola nel calcio che si chiama ripescaggi, a me non piace, credo che i meriti vadano acquisiti sul campo. Poi c'è stato l'intervento della Lega e delle squadre di B compatte con tanto di certificazione che mi hanno chiesto questo passaggio. Con un po' di spregiudicatezza ho pensato che potesse essere un prodromico passo verso la riforma dei campionati". Parlando poi di cosa non rifarebbe guardando indietro a questi 9 mesi, Fabbricini aggiunge: "Per quanto accaduto dopo la mia decisione forse la B a 19".
"Un voto? Con un po' di presunzione direi una sufficienza striminzita viste le polemiche che l'hanno condita, ma l'impegno come voto è stato molto più alto. Assicuro che è stato un percorso che ho fatto con grande disponibilità e spirito di servizio", sottolinea Fabbricini.
"Tante cose che si potevano fare sono state osteggiate con ostinazione, su ogni cosa fatta c'è stato sempre un contrappunto -evidenzia il commissario straordinario Figc-. Ci sono decisioni prese dal commissariamento che rivendico con forza ma ognuna di esse, pur apprezzata in certi ambienti e generalmente considerata positiva ha sempre avuto un aspetto negativo di certi componenti della Federazione. Mi sono sentito, ho detto scherzando, un po' come San Sebastiano, bastava fare una azione e le frecciate arrivavano. Si sono persi 9 mesi, si potevano fare tante cose, molte che vengono rivendicate adesso non erano nel programma come la riforma dello statuto federale, cose che si devono lasciare a una governance democraticamente eletta".
E sui provvedimenti presi durante il suo mandato, Fabbricini conclude: "Il più importante è l'aver messo l'obbligo per ogni società di portare in panchina un tecnico che abbia un patentino. Avere un tecnico in panchina è un segnale importante che diamo specialmente  alle giovanili. Poi direi, anche se effettuata in modi bruschi, quello sul calcio femminile. Infine le terze squadre".
- di Redazione SkySport24
Pescante, ricominciamo archiviando brutto periodo
"Puntiamo a ricominciare".  E' l'auspicio di Mario Pescante, membro del Cio nel giorno delle elezioni del nuovo presidente della Federcalcio. Pescante era in auto con il commissario Figc Fabbricini, verso l'assemblea della Federcalcio.
- di Redazione SkySport24
Moratti, il calcio ha bisogno di facce nuove
"Il calcio ha bisogno di face nuove, credo e spero che questo succeda". E' l'auspicio dell'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti. "Un campionato a 18 squadre - aggiunge Moratti di cui si era parlato come di un possibile candidato a capo della Federcalcio - sarebbe meglio con tutti gli impegni che ci sono e sarebbe stato più interessante".
- di Redazione SkySport24
LE NOVITA’ RISPETTO AL PROGRAMMA DI GENNAIO
  1. COMMISSIONE PERMANENTE PER LA GESTIONE FONDI MUTUALITA’
  2. IMPEGNO A SOSTENERE COSTI ARBITRALI
  3. IPOTESI SCUOLA DI FORMAZIONE PER GIUDICI, TURN OVER E MASSIMARIO SPORTIVO
  4. REVISIONE DECRETO DIGNITA’ SU DIVIETO PUBBLICITA’ SCOMMESSE E RIDISTRIBUZIONE INTROITI
  5. FLESSIBILITA’ NELLA  CONTRATTAZIONE COLLETTIVA  TRA LEGHE E COMPONENTI TECNICHE
  6. INIZIATIVE PER I DILETTANTI: ESENZIONI, INVESTIMENTI IMPIANTI E FORMAZIONE DIRIGENTI
  7.  PROBLEMATICA COMPENSI AGENTI CHE “SOGGIACIONO” AL POTERE DISCIPLINARE FEDERALE
- di Redazione SkySport24
I PUNTI CARDINE DEL PROGRAMMA DI GRAVINA
1) ARMONIZZAZIONE PESI ELETTORALI TRAMITE GOLDEN SHARE
2) RIFORMA CAMPIONATI: 20 A, 20 B, 60 SEMIPROFESSIONISTE IN SERIE C
3) CLUB ITALIA COME CLUB DI SERIE A:  C.d.A. + RESPONSABILI AREA TECNICA E AMMINISTRATIVA
4) CASELLARIO ONORABILITA’ PER LE PROPRIETA’, TASK FORCE TRASFERIMENTI SOCIETA’, CURATORE SPORTIVO
5) RIORDINO CODICE E PROCEDURA GIUSTIZIA, FORMAZIONE E TURN OVER PER GIUDICI
6) RICONOSCIMENTO NORMATIVO CALCIO GIOVANILE COME APPRENDISTATO
7) PROGETTO STADIO ITALIA: TAVOLO PERMANENTE PER CREARE NUOVI IMPIANTI  SMART
8) “ORA DEL CALCIO”SETTIMANALE  NELLA SCUOLA DELL’OBBLIGO
- di Redazione SkySport24
Le parole del commissario straordinario della Figc Fabbricini: "Non credo ci siano sorprese su Gravina, l'unico dubbio è se sarà eletto alla prima votazione o dopo. Sarebbe un bel segnale eleggerlo alla prima votazione". Così Roberto Fabbricini, nel giorno delle elezioni del nuovo presidente della Federcalcio che vede come unico candidato Gabriele Gravina. "Nel suo programma ci sono la riforma dei campionati e la giustizia sportiva che io metterei al primo posto". "Sono stati giorni complessi - aggiunge Fabbricini ai microfoni di Radio Anch'io lo sport - nove mesi praticamente una gravidanza. Forse l'estate è stato il momento più difficile con la decisione sulla B a 19 squadre. Una decisione che non so se riprenderei. Con un po' di presunzione - conclude Fabbrcini - mi darei una sufficienza striminzita, ma per l'impegno molto di più".  
- di Redazione SkySport24
Oggi l'elezione del presidente Figc: sarà Gabriele Gravina, dirigente sportivo di Castellaneta
 
- di Redazione SkySport24

SERIE A: SCELTI PER TE