user
13 novembre 2018

Gonzalo Higuain, due giornate di squalifica dopo l'espulsione in Milan-Juventus. Il club rossonero farà ricorso

print-icon

L'attaccante argentino ha ricevuto una sanzione di due giornate di squalifica dopo l'espulsione e la scenata contro l'arbitro Mazzoleni per "proteste nei confronti degli ufficiali di gara e per condotta gravemente irriguardosa nei confronti del direttore di gara". Il Milan presenterà ricorso

HIGUAIN CHIEDE SCUSA DOPO IL ROSSO

RONALDO STA CON HIGUAIN: "VA CAPITO"

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Dopo il rosso e la scenata contro l'arbitro Mazzoleni in Milan-Juventus si attendevano due giornate di squalifica per Gonzalo Higuain e alla fine due giornate sono state. Il giudice sportivo, infatti, ha fermato per due gare l'attaccante argentino per "proteste nei confronti degli Ufficiali di gara e per condotta gravemente irriguardosa nei confronti nei confronti del Direttore di gara, essendosi avvicinato al medesimo, all'atto dell'ammonizione per proteste al 38' del secondo tempo, in modo scomposto e minaccioso e avendo reiterato platealmente le proteste al momento dell'allontanamento dal terreno di gioco", come si legge dal dispositivo emesso.

L'attaccante argentino, dunque, dovrebbe saltare la sfida contro la Lazio del 25 novembre e quella contro il Parma del 2 dicembre, anche se la società rossonera ha fatto sapere che presenterà ricorso per provare a ottenere uno sconto di pena.

Cosa era successo in Milan-Juventus

L'episodio incriminato è arrivato nel finale della partita di San Siro. Un Higuain abbastanza teso aveva già fallito il calcio di rigore che avrebbe potuto regalare il pareggio alla squadra di Gattuso. Subito dopo un contrasto con Benatia, l'arbitro Mazzoleni fischia il fallo all'argentino (che nel post avrebbe poi dichiarato di essere convinto di aver subito e non commesso l'irregolarità) e mostra al Pipita il cartellino giallo. A quel punto, considerato anche lo stato d'animo del giocatore che si ritrovava per la prima volta contro i suoi ex compagni dai quali in estate era stato costretto a separarsi controvoglia (come ammesso dallo stesso attaccante), Higuain si avvicina al direttore di gara e inizia a protestare veementemente ripetendo per due volte la stessa frase ("Ammonisci sempre me") interpretata da Mazzoleni come un'aggressione verbale. Ecco allora il rosso e, a quel punto sì, la reazione isterica del Pipita che prima viene consolato da alcuni suoi ex compagni della Juventus (oltre a Ronaldo) e viene trattenuto a stento da Romagnoli.

Gli altri squalificati

Oltre alle due giornate inflitte a Gonzalo Higuain, il giudice sportivo della Serie A ha squalificato per un turno Brozovic (Inter), espulso per doppia ammonizione durante la partita con l'Atalanta. Dovranno scontare un turno anche Linetty (Sampdoria) e Rincon (Torino), ammoniti in regima di diffida.

Tra gli allenatori, Giuseppe Iachini (Empoli) dovra' scontare una giornata di stop "per aver proferito un'espressione blasfema in occasione di una sostituzione; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale". (ANSA).
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi