Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
12 giugno 2019

Roma, Fonseca: "Voglio una squadra coraggiosa e di qualità, i tifosi saranno orgogliosi"

print-icon

Il nuovo allenatore si è raccontato nel corso di una lunga intervista rilasciata ai canali ufficiali del club giallorosso: "Non ho mai avuto dubbi, essere a Roma è un sogno. Voglio costruire qualcosa di importante e fare un calcio di qualità: i nostri tifosi saranno orgogliosi"

FONSECA È IL NUOVO ALLENATORE DELLA ROMA

COME CAMBIA LA ROMA CON FONSECA - IL PROFILO

CALCIOMERCATO ROMA: IL RUOLO DI BALDINI NEI VERTICI DI LONDRA

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Dall’emozione della chiamata della Roma alla voglia matta di iniziare, con l’obiettivo di regalare il maggior numero successo possibile al club e ai tifosi. Poi i modelli di gioco, le prime sensazioni da nuovo allenatore giallorosso e il prossimo impatto con la Serie A: tanti gli argomenti affrontati da Paulo Fonseca, che si è raccontato nel corso di una lunga intervista rilasciata ai canali ufficiali della società del presidente Pallotta. Il portoghese, che ha firmato con la Roma un contratto di due stagioni con opzione di rinnovo per un ulteriore anno, he esordito esponendo le sue emozioni: "Questa nuova sfida che mi aspetta mi rende felice, emozionato e fiducioso – ha detto Fonseca al sito ufficiale del club -, non ho mai avuto dubbi sull’opportunità, per la quale ringrazio il presidente Pallotta e Guido Fienga, di venire alla Roma, sin dal primo momento. Qui voglio costruire qualcosa di importante che possa dare fiducia e regalare entusiasmo al club e ai tifosi. Sono entusiasta".

Fonseca allenatore: passione, entusiasmo e qualità

"Che tipo di allenatore sono? Non è semplice parlare di me – ha proseguito il portoghese -, preferisco che siano gli altri a farlo. Sono uno pieno di passione, una persona entusiasta che ama il suo lavoro. Voglio trasmettere questa passione e questo entusiasmo a chi lavora con me. I tifosi devono aspettarsi una squadra che sia innanzitutto coraggiosa, che abbia sempre lo stesso approccio indipendentemente dalle avversarie. Dobbiamo costruire una squadra competitiva e che pratichi un calcio di qualità, che renda orgogliosi i tifosi. La qualità per me è importantissima. E chiaramente vogliamo vincere: quello è l’obiettivo principale, ma ugualmente vogliamo creare una squadra che esprima sempre un certo tipo di gioco fatto di qualità. Non mi basta solo vincere: mi piace, ovviamente, ma voglio vedere che in campo siano applicate le nostre idee. Voglio che i tifosi tornino a casa felici dicendo che abbiamo giocato bene e vinto perché siamo coraggiosi".

Voglia di Serie A

Fonseca ha poi spiegato i motivi che lo hanno spinto a chiudere la parentesi con lo Shakhtar Donetsk e ad accettare la chiamata della Roma. "Il mio obiettivo è sempre stato allenare in uno dei migliori campionati in Europa – ha spiegato -, la Serie A è uno di questi. La mia ambizione mi ha spinto ad allenare uno dei migliori club europei. Dopo tre anni di successi in Ucraina, ho pensato che fosse il momento di andare a realizzare il mio sogno. Il calcio italiano si basa sulla tattica, è difficile e per questo mi entusiasma. Con la mia squadra voglio creare qualcosa che sorprenda gli avversari. Sarà una grande sfida. E io adoro le sfide. In Italia ci sono tante squadre forti e quest’anno la competizione sarà ancora maggiore. C’è Conte, forse tornerà Sarri e ci sono molti giocatori forti. Questo è molto importante per il calcio italiano".

La Roma di Fonseca

L’allenatore ha poi esposto il suo sistema di gioco ideale: "Nella Roma c’è tanta qualità – ha chiarito -, ma la cosa importante è trovare la giusta chiave che consenta di sfruttare al meglio le caratteristiche di ogni giocatore. Molti giocatori qui hanno le qualità per esprimere il calcio che voglio io, un calcio che ci permetta di dominare gli avversari. Mi piace giocare con il 4-2-3-1, ma il sistema di gioco non è la cosa più importante. Sono importanti le dinamiche, i principi fondamentali per un certo tipo di gioco. Spero di mettere su una squadra molto dinamica. Credo che i giocatori dovranno adattarsi alle mie idee molto velocemente, forse avremo solo quattro settimane per preparare la prima partita ufficiale e non sarà semplice. Avrei preferito avere più tempo, ma cercheremo di fare il massimo".

Obiettivi da raggiungere

In chiusura Fonseca ha fissato gli obiettivi: "Posso promettere solo una cosa – ha concluso -, costruiremo una squadra competitiva e coraggiosa. Sono sicuro che renderemo orgogliosi i tifosi. Saremo ambiziosi e con questi ingredienti crescono le possibilità di vincere. Ai tifosi vorrei dire che insieme possiamo costruire una Roma forte. Abbiamo bisogno del loro supporto, combatteremo per loro e li renderemo orgogliosi".

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi