Napoli e la campagna abbonamenti: tutti presenti nella clip tranne… Sarri e Higuain. VIDEO

Serie A

Al via giovedì la campagna abbonamenti degli azzurri, nuova stagione in un San Paolo rimodernato e pronto a spingere la squadra di Ancelotti. Diffusa sui social la clip per promuovere le adesioni al Napoli, video dalle immagini del recente passato dove trovano posto big e allenatori da Reja a Benitez. Tutti presenti, quindi, tranne Higuain oltre a Maurizio Sarri che in estate si è accasato alla Juve

NAPOLI-CREMONESE LIVE

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NOTIZIE

NAPOLI TAGLIA PREZZI, NUOVI ABBONAMENTI MENO CARI

LE NEWS DI SKY SPORT ANCHE SU WHATSAPP

Al via giovedì alle 12 la campagna abbonamenti del Napoli, nuova stagione nel San Paolo rimodernato dopo i lavori di ristrutturazione per l’Universiade. Prezzi più bassi (in media del 25% rispetto a due anni fa) per riempire lo stadio azzurro verso un'annata da protagonista per la squadra di Ancelotti: già disponibili circa 40mila posti in abbonamento con la possibilità, per chi aderirà, di essere sorteggiato ed assistere gratuitamente agli allenamenti programmati da Castel Volturno al San Paolo. Ecco perché il club azzurro ha lanciato una video-clip al grido di "One city, one club, one passion", iniziativa di grande impatto emotivo per promuovere gli abbonamenti rievocando le immagini più belle del passato recente del club. Tutti presenti, tranne una figura storica particolarmente criticata in estate a Napoli.

Napoli, ecco la clip abbonamenti: tutti presenti tranne Sarri

Si va dalle bellezze della città al doveroso spazio concesso ai protagonisti del Napoli negli ultimi anni: immancabile il riferimento a Maradona fino a ripercorrere il cammino della società dal ritorno in Serie A nel 2007. Spazio ad Hamsik e Lavezzi agli ordini di Reja, allenatore dell’era De Laurentiis come Mazzarri e Benitez dagli ottimi risultati in azzurro. La macchina del tempo nel video arriva fino a Carlo Ancelotti e ai suoi uomini come Mertens e Milik, Insigne e Zielinski. A chiudere la clip c’è l’imprescindibile Koulibaly, ma all’appello manca qualcuno: si tratta di Maurizio Sarri, protagonista per tre anni sulla panchina azzurra prima di trasferirsi al Chelsea e soprattutto alla Juventus in questa estate. Una decisione mal digerita dal popolo azzurro, lui che come Gonzalo Higuain non trova posto nel cortometraggio per spingere i tifosi al San Paolo.

I più letti