Andrezzoli: "Dovevamo essere più concreti, a certi livelli non puoi sbagliare 4-5 gol"

Serie A

L'allenatore del Genoa commenta la sconfitta di Cagliari: "Se crei 4-5 palle da gol e non segni poi le rimpiangi, soprattutto in Serie A e contro una squadra come il Cagliari. Sfortunati sull'autorete di Zapata. Peccato perché i ragazzi dimostrano tanta volontà di fare bene"

CAGLIARI-GENOA 3-1, GOL E HIGHLIGHTS

JOAO PEDRO SEGNA, MA IL FIGLIO LO BACCHETTA

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 4^ GIORNATA

COME VEDERE DAZN 1 SUL 209 DI SKY: LA GUIDA

"Dovevamo concretizzare quello che abbiamo prodotto, soprattutto nel primo tempo. Se crei 4-5 palle da gol e non segni poi le rimpiangi, soprattutto in Serie A e contro una squadra come il Cagliari. Si dice che si piange sul latte versato e noi stasera ne abbiamo versato parecchio". L'analisi di Aurelio Andreazzoli dopo la sconfitta del suo Genoa sul campo del Cagliari è quella di chi sa di aver pagato due episodio nel finale e torna a casa a mani vuote, complice il 3-1 finale. "Mi dispiace perché avrei piacere che i ragazzi raccolgano quanto costruiscono – spiega l'allenatore ai microfoni di Sky Sport - devo dire che i ragazzi l'hanno interpretata come l'avevamo preparata, nel primo tempo. Di fronte avevamo un'ottima squadra, organizzata e brava nel coprire gli spazi".

"Sfortunati sull'autorete, ma i ragazzi hanno dimostrato tanta volontà"

Pareggiato il vantaggio del Cagliari firmato da Simeone con il destro vincente di Kouame all'83', il Genoa è tornato sotto nel punteggio un minuto dopo a causa dell'autorete di Cristian Zapata. Il difensore colombiano ha spedito con un tocco al volo la palla alle spalle di Radu su cross da destra di Nandez. "Realizzato il pareggio, purtroppo siamo tornati subito sotto e ci siamo fatti un gran bel gol – le parole dell'allenatore - l'autorete è stata su un bel cross dell'avversario, che purtroppo Zapata ha toccato come avete visto. La concretizzazione o meno, poi, non dipende da me. Certo, non possiamo dire che i ragazzi non abbiano la volontà di fare bene, perché la dimostrano" è il commento di Andreazzoli. Che ha spiegato anche le sue scelte nelle sostituzioni: "L'incertezza di Criscito sulla necessità di uscire o meno dopo il problema muscolare ci ha fatto perdere dei minuti, ci ha tenuto in ansia per parecchio tempo. Appena ci siamo resi conto che poteva arrivare in fondo abbiamo fatto il cambio Favilli-Sanabria. Ma non dimentichiamo che Favilli 10 minuti prima del cambio aveva avuto la palla gol più importante del secondo tempo, le valutazioni si fanno sempre in base a quello che accade".

I più letti