Roma-Cagliari, Maran: "Partita stimolante, noi vogliamo confermarci. Nainggolan è sereno"

Serie A

L'allenatore del Cagliari alla vigilia della trasferta dell'Olimpico: "Affrontiamo un avversario che sta bene e ha trovato l'equilibrio giusto. Test impegnativo e stimolante. Nainggolan giocherà dall'inizio. Lui, Olsen e Pellegrini hanno lavorato bene in settimana. Vogliamo dare continuità ai 4 risultati utili di fila"

ROMA-CAGLIARI LIVE

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Dieci punti nelle ultime quattro partite e la voglia di non fermarsi. È il bagaglio del Cagliari che si prepara ad affrontare la Roma all'Olimpico nella prima domenica di ottobre. Mister Rolando Maran ha presentato la sfida ai giallorossi di Fonseca ai microfoni di Sky Sport: "Non credo che troveremo una squadra stanca, hanno cambiato otto giocatori nelle ultime due partite – le sue parole - la Roma è una squadra che sta bene, che ha trovato l'equilibrio giusto e sa essere sempre pericolosa nella partita. Testarci in una partita così impegnativa e stimolante sarà la nostra vera sfida. Dobbiamo confermare i passi avanti fatti in questo periodo".

"Classifica, ora viene il bello. Nainggolan è sereno"

L'allenatore ha parlato del buono stato di forma della sua squadra, che dopo le due sconfitte di inizio stagione contro Brescia e Inter ha ottenuto tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro partite. Merito anche di una rosa con tante alternative: "Sarebbe più difficile gestire una squadra che non si allena bene – sorride Maran - invece ho un gruppo che lavora alla grande e in cui tutti si fanno sempre trovare pronti. Siamo tra le squadre che hanno usato più giocatori in campionato, questo la dice lunga sull'affidabilità delle alternative". In vista della sfida di Roma, occhi su tre ex giallorossi: Luca Pellegrini, romano di Cinecittà, Olsen e Nainggolan. Il numero 4 tornerà per la prima volta all'Olimpico da avversario e lo farà da titolare: "Sono tre ragazzi che hanno lavorato con serenità in settimana, perciò al di là delle situazioni personali per me è questo che conta". Prima di tutto c'è l'obiettivo collettivo, una classifica da muovere ancora: "C'è tanto lavoro da parte di tutti e siamo riusciti a svoltare con compattezza, lavoro e applicazione dopo una partenza difficile con due sconfitte – è l'idea dell'allenatore - ora viene il bello perché bisogna confermare tutto questo. Veniamo da un percorso di quattro risultati utili di fila, con tre vittorie e dobbiamo chiudere al meglio questo ciclo prima della sosta. Poi rifiateremo, ma dobbiamo continuare a lavorare come fatto sin qui".

I più letti