Lecce, accordo sul taglio stipendi: la mensilità di marzo diventa un premio salvezza

Serie A

Giocatori, allenatore e direttore sportivo del club pugliese hanno accettato la conversione dello stipendio di marzo in un premio salvezza, legato naturalmente alla ripresa del campionato. Nessun altro dipendente è stato colpito dai tagli

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI DEL 20 MAGGIO IN DIRETTA

La sospensione dei campionati, legata all’emergenza coronavirus, ha richiesto la collaborazione dei calciatori per garantire la salute economica delle società di appartenenza. Come altri club, anche il Lecce ha raggiunto un accordo con i propri tesserati per la riduzione degli ingaggi. La soluzione adottata dal club pugliese prevede che l’allenatore, il direttore sportivo e i giocatori rinuncino alla mensilità di marzo, che diventa un premio condizionato alla salvezza conquistata in caso di ripresa della Serie A. La squadra, inoltre, ha spinto affinché gli altri dipendenti non venissero coinvolti nei tagli, ottenendo il parere favorevole della proprietà.

Il comunicato ufficiale

Di seguito, la nota pubblicata dal Lecce sui propri canali ufficiali: "L’U.S. Lecce comunica che, in un clima di grande serenità, in data odierna, è stato raggiunto l’accordo con tutti i tesserati della prima squadra in merito al tema dei compensi e del premio salvezza. Il Direttore Sportivo, l’allenatore unitamente al suo staff e tutti i calciatori della prima squadra hanno dato la disponibilità alla rinuncia alla mensilità di marzo, il cui importo è stato convertito in un premio condizionato al completamento del campionato di Serie A ed al raggiungimento dell’obiettivo della permanenza. Per espressa volontà di tutti i tesserati coinvolti e della Società si è inoltre deciso di non chiedere alcuna rinuncia a dipendenti e collaboratori amministrativi, fisioterapisti, magazzinieri e a tutti i tesserati e collaboratori del settore giovanile. La definizione di tale accordo, che tiene conto anche della circostanza che tutti i tesserati della prima squadra hanno tenuto un comportamento responsabile nei confronti del club durante il periodo di inattività, è l’ulteriore conferma della grande coesione della famiglia giallorossa".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche