Inter, Conte: "Importa solo vincere. L'estetica? Andremo in un centro a fare un lifting"

INTER

I nerazzurri superano anche il Sassuolo e 'vedono' lo scudetto. Sono primi a +11 sul Milan e +12 sulla Juventus. "Pensare che nel giro di due anni avremmo recuperato tanti punti a chi ha dominato per nove anni il calcio italiano sarebbe stato possibile solo nei migliori sogni" spiega Conte. E ironizza sul bel gioco: "L'estetica se arriva è bene, l'importante è lo scudetto. Poi andiamo tutti a un centro estetico e faremo un lifting"

INTER-SASSUOLO 2-1, GOL E HIGHLIGHTS: VIDEO

L'Inter supera per 2-1 il Sassuolo e si porta a +11 sul Milan secondo in classifica a nove giornate dalla fine del campionato. "Quella di oggi è una vittoria di grandissimo valore, di qui alla fine ogni partita che vinciamo vale sei punti. Stiamo dando una continuità di risultati impressionante e di questo va dato merito ai ragazzi". Al terzo posto c'è la Juventus, distante 12 punti. "Siamo diventati una pretendente serissima allo scudetto - spiega l'allenatore - in Italia da nove anni vince sempre la stessa squadra, l'Inter non vince da 10 anni e per questo sarebbe molto bello se fossimo noi a spodestare il regno della Juventus".

"12 punti in più sulla Juventus? Provo meraviglia"

leggi anche

Juve, CR7-Dybala: Napoli battuto 2-1 e 3° posto

Il vantaggio sui bianconeri tiene banco: "12 punti in più sulla Juventus? Provo meraviglia. Di certo pensare che nel giro di due anni avremmo recuperato tanti punti a chi ha dominato per nove anni il calcio italiano - racconta a Sky Sport - sarebbe stato possibile solo nei migliori sogni. Questo non vuol dire che siamo più forti della Juve". Conte spiega anche il lavoro fatto dalla sua Inter: "Ci siamo arrotolati le maniche, abbiamo lavorato in maniera importante e ci siamo posti l'obiettivo di essere credibili in un campionato che era dominato da una sola squadra. Credo che ci siamo riusciti, è stato un aspetto motivazionale importante in una rosa con tanti giocatori che per la prima volta si trovano a giocare un traguardo così importante. Lo scorso anno siamo arrivati in finale di Europa League, ora ci stiamo giocando un traguardo molto importante. Favoriti? Non è un problema esserlo o meno, sappiamo che ci stiamo giocando qualcosa di importante e abbiamo l'umiltà per farlo. Questo va riconosciuto ai ragazzi, non giochiamo con la puzza sotto il naso e siamo tutti pronti a sporcarci le mani per questo obiettivo".

"Estetica? Se arriva è bene, altrimenti amen"

approfondimento

Marotta: "Covid esperienza che ti segna e insegna"

Inter solida, alla decima vittoria di fila, ed efficace. "Per quanto riguarda l'estetica, penso che abbiamo giocato ottime gare. Abbiamo fatto una Champions importante giocando anche bene, alla fine siamo usciti mostrando un bel gioco ma di questo non è fregato niente a nessuno. Poi alla fine tutti sono bravi a parlare, ma ti dicono che sei uscito dalla Champions" ricorda l'allenatore. "Noi abbiamo un obiettivo e l'estetica se arriva è bene, altrimenti amen, l'importante è lo scudetto. Per l'estetica, poi andiamo tutti a un centro estetico e faremo un lifting (ride, ndr)". Conte  analizza poi la vittoria sulla squadra allenata da Roberto De Zerbi: "Siamo a un momento della stagione in cui la strategia diventa importante. Dobbiamo avere l'umiltà di cogliere i pregi dell'avversario e capire quali sono i difetti dove colpirli. Siamo stati bravi a portare il Sassuolo sul terreno che avevamo preparato e alla fine abbiamo fatto due gol e abbiamo anche sprecato occasioni che avrebbero potuto rendere il punteggio più cospicuo".

 

"Lautaro sta crescendo in modo esponenziale"

Complimenti anche per i singoli: "Lautaro è un giocatore che sta crescendo in maniera esponenziale, per qualità, gestione, attacco della profondità, qualità del passaggio. Però lasciatemi fare un applauso anche a Sanchez, che è tornato a essere un giocatore davvero importante. Non dimentichiamo la sua storia, sta accettando questo ruolo e sta partecipando in maniera attiva al gruppo. Ci tengo a elogiarlo perché è pronto in ogni situazione, oggi poteva far gol e l'avrebbe meritato".

Lautaro: "Stiamo facendo tutto quello che vuole il mister"

Felicità nella voce di Lautaro Martinez, autore del 2-0: "Sono tre punti importantissimi per allungare la distanza  - spiega a Dazn - sono contento, è un sogno per me stare in una grande squadra. Cerco di migliorare ogni giorno,". L'attaccante argentino racconta anche un dialogo avuto tra squadra e allenatore all'inizio del girone di ritorno: "Ci siamo parlati e stiamo facendo tutto quello che vuole il mister, oggi siamo lì perché siamo l’Inter e stiamo facendo tutto quello che proviamo in settimana. Conte mi ha fatto crescere anche mentalmente, fisicamente e tatticamente. Ringrazio i miei compagni, mi stanno dando fiducia. Lukaku è bravo dentro e fuori il campo, si sacrifica ma faccio i complimenti a tutti. Dobbiamo essere contenti, domenica ci sarà un'altra gara difficile".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport