Cagliari, esordio in Serie A per il portiere Guglielmo Vicario contro l'Inter: la storia

cagliari
Francesco Cosatti

Francesco Cosatti

©IPA/Fotogramma

A San Siro è sceso in campo al posto di Cragno, fermato dal Covid. Classe 1996, per quasi 80' ha tenuto in piedi il Cagliari nella sua prima partita in A. La Sardegna è l’ultima tappa di un lungo viaggio iniziato molto presto nella sua Udine e nelle diverse scuole calcio della città

CAGLIARI-PARMA LIVE - INTER-CAGLIARI 1-0: GLI HIGHLIGHTS

Vicario solo di cognome, ma attore protagoniste all’esordio in Serie A: è Guglielmo Vicario, il portiere del Cagliari. Non c’è Cragno a San Siro - causa Covid - ma c’è il “frut di Udin”. Il bambino di Udine. In realtà Vicario compirà 25 anni il prossimo 7 ottobre, e ha già una lunga gavetta nella categorie minori. Ma sono serviti i riflettori di San Siro per far parlare di lui nel giorno della sua prima partita di serie A. O meglio sono servite le sue parate, come quella volante nel primo tempo su un top player come Eriksen. 

Guglielmo Vicario è nato il 7 ottobre 1996 (età 24 anni)
Guglielmo Vicario è nato il 7 ottobre 1996 (età 24 anni)

Il percorso, i suoi riferimenti

È vero alla fine non ha potuto nulla sul tap-in di Darmian ma per quasi 80 minuti ha tenuto in piedi il suo Cagliari. E la Sardegna è l’ultima tappa di un lungo pellegrinaggio. Iniziato molto presto nella sua Udine e nelle diverse scuole calcio della città: prima il Donatello (la società di calcio giovanile in cui dal 2012 ha investito anche Toto’ Di Natale) poi Bearzi, Cormor Calcio e l’Ancona, prima di terminare il suo percorso di crescita nell’Udinese. Dove sanno bene come si costruiscono i portieri: Scuffet, Meret, Gasparini, sono i riferimenti. E i primi due sono davanti a Vicario in primavera - siamo nel 2013- e quindi Guglielmo si mette in gioco in serie D a Fontanafredda prima e a Venezia dopo. 

Guglielmo Vicario
©LaPresse

Con il Venezia in Serie B e fino all'esordio in A

E a Venezia con due promozioni arriva fino in Serie B dove  e’ il secondo di quel Emil Audero che oggi è titolare alla Sampdoria. Vicario si fa notare dal Cagliari che lo acquista e prima lo manda in prestito al Perugia (in B allenatore Massimo Oddo, stagione 2019-2020) e poi lo richiama in Sardegna come vice Cragno. Lo scorso ottobre l’esordio in Coppa Italia contro la Cremonese, poi le altre gare di coppa contro Verona e Atalanta, fino all’11 aprile 2021 la data che non si può scordare. 

“Complimenti a lui per questa partita” ha detto il suo allenatore Semplici a fine gara. L’esordio da sogno in serie A davanti all’Inter di Lukaku, Sanchez e Lautaro in marcia verso lo scudetto. L’Inter alla fine vince, ma a Cagliari sanno di avere un vicario d’oro in porta. Vicario, di cognome, attore protagonista in campo. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche