09 novembre 2016

Pisa, Del Fabro: "A Cesena gara tosta. Gattuso..."

print-icon
Festa dei giocatori del Pisa

La festa dei giocatori del Pisa

Il Pisa attende di conoscere il proprio futuro societario (il 14 novembre sarà una data importante in questo senso), ma intanto la squadra di Gattuso pensa al campionato e vuole rialzarsi già a Cesena domenica dopo la sconfitta in casa contro il Perugia. E Del Fabro avverte: "Sarà una gara tosta"

La data più importante sul calendario dei tifosi del Pisa è già stata segnata: 14 novembre, quella in cui - probabilmente - si saprà il futuro societario del club toscano. Ma intanto resta ancora il campo il protagonista, con la squadra di Gattuso che dopo un grande avvio di stagione ha un po’ frenato nelle ultime settimane. Sabato scorso, all’Arena Garibaldi, è arrivata un’altra sconfitta (contro il Perugia di Bucchi) e adesso il Pisa prepara la sfida contro il Cesena di Camplone (domenica, ore 12.30).

Chi vorrà confermarsi tra i protagonisti della squadra di Gattuso è Dario Del Fabro, giovane difensore in prestito dal Cagliari che ha parlato del momento del Pisa, sia dentro che fuori dal campo: “Stiamo raccogliendo meno di quanto meritiamo. Tutti stiamo dando il massimo, ma adesso è arrivato il momento di provare a dare anche qualcosa di più. Non è stato facile il periodo estivo, con tutti i problemi societari, ma ora stiamo cercando di ritrovare la giusta forma fisica. Stiamo lavorando molto e dobbiamo continuare a farlo, per migliorarci e per farci trovare pronti per un campionato difficile e importante come quello di Serie B”. Del Fabro però può sorridere, perché nella difesa di Gattuso ormai è una certezza: “Mi sono inserito bene in un ottimo gruppo e in un ambiente importante. Ho la fortuna di lavorare con uno staff meraviglioso che mi sta aiutando molto a crescere”. E adesso il Cesena: “Una gara tosta, contro una squadra costruita per vincere. Noi scenderemo in campo con il coltello tra i denti perché vogliamo portare a casa un risultato importante”. E per tornare a sorridere.