10 novembre 2016

Novara, Teti difende Boscaglia: "Compattiamoci"

print-icon
Domenico Teti, direttore sportivo Novara

Domenico Teti, direttore sportivo del Novara (foto: twitter ufficiale del club)

Il direttore sportivo del Novara, Domenico Teti, traccia le somme dell'avvio difficile della squadra in campionato e difende Boscaglia: "Diamogli tempo e compattiamoci". Poi chiarisce: "L'obiettivo è la salvezza"

Il momento è difficile, a Novara lo sanno. E lo sa pure il direttore sportivo Domenico Teti che questa mattina si è presentato in conferenza stampa per parlare ai media ma soprattutto alla città ed ai tifosi. E rasserenare l’ambiente. Dopo la sconfitta contro la Spal in casa di sabato scorso, il Novara si prepara per la sfida difficile in trasferta a Verona contro l’Hellas di Pecchia: “Difficile sì, lo sappiamo. Ma usciremo a testa alta”, assicura Teti.

Fiducia a Boscaglia
Dopo qualche ora di riflessione, con la sua posizione in panchina in bilico per i risultati negativi delle ultime giornate (che hanno portato il Novara al quattordicesimo posto in classifica in Serie B con 14 punti), Boscaglia alla fine è stato confermato. Fiducia da parte del club e della proprietà, fiducia ribadita anche stamani dallo stesso Teti: “Non lasciamoci sopraffare dalla tensione, non condivido queste negatività verso un allenatore che continuerà ad essere l’allenatore del Novara”, continua il direttore sportivo. Che poi aggiunge: “Non cerchiamo un capro espiatorio, altrimenti non si condividono le responsabilità che sono di tutti. La squadra scende in campo, ma i ragazzi hanno bisogno di tutta la città. Il periodo non è semplice, ma insieme possiamo uscire da questo momento. Compattiamoci, anche se è giusto non essere felici. Il gruppo sta maturando e sta crescendo, il nostro obiettivo - ricorda Teti - è la salvezza. Boscaglia poco disponibile? A tuto si può rimediare, ma non è così. E diamogli fiducia. Siamo sereni, ma capiamo il momento. Aiutiamo la squadra sul profilo emotivo, lavoriamo più sereni e cresciamo insieme”.

Il mercato in uscita
“Scelte condivise” commenta Teti quando gli chiedono di approfondire e spiegare le cessioni illustri in estate. “Sono cessioni che nascono da una condivisione di idee e progetti. Ludi ha smesso, Buzzegoli voleva nuovi stimoli, Evacuo ha accettato il Parma. Con Gonzalez, che deve rimanere una bandiera del club, abbiamo deciso insieme cosa fare e ha deciso lui dove andare e come farlo. Abbiamo nove giocatori in prestito perché pensiamo al futuro e puntiamo su di loro. Buzzegoli ed Evacuo rimangono amici del Novara, abbiamo buoni rapporti. Sono stati confermati giocatori importanti, Di Salvio è un presidente di fatti. Abbiamo uomini di valore prima che giocatori, e questo ci aiuterà ad uscire dal momento”, chiude Teti. Al fianco di Boscaglia e del Novara, per tornare a sorridere.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky