12 novembre 2016

Frosinone, 21 convocati. Marino: "Insidia Ascoli"

print-icon
Frosinone

L'esultanza del Frosinone (Lapresse)

Il Frosinone prepara la sfida di domani contro l'Ascoli. Ventuno i convocati di Marino che parla alla vigilia in conferenza stampa: "Cacia? Forte. Loro sono un'insidia"

Il Frosinone non vuole arrestare la propria corsa. Dopo la vittoria su rigore in trasferta contro l’Avellino, la squadra di Marino torna al Matusa per affrontare l’Ascoli nella quattordicesima giornata di Serie B in programmi domani alle ore 15. Dopo la rifinitura, l’allenatore giallazzurro dirama la lista dei convocati per la sfida contro la squadra di Aglietti. Sono 21 i calciatori scelti da Martino, ecco l’elenco completo: Bardi, Zappino; Ariaudo, Brighenti, Ciofani M., Crivello, Mazzotta, Pryyma, Russo; Frara, Gori, Gucher, Sammarco, Soddimo; Ciofani D., Cocco, Csurko, Dionisi, Kragl, Paganini, Volpe. Dopo un ottimo avvio di stagione che ha confermato le ambizioni del Frosinone, pronto a tornare subito in Serie A dopo la storica promozione due stagioni fa con Stellone, la squadra di Marino vuole continuare a vincere per provare, magari, ad approfittare di un eventuale passo falso del Cittadella, impegnato a Benevento, per sorpassarlo e volare al secondo posto.

Marino: “Dobbiamo dare continuità, l’Ascoli è insidioso”
Alla vigilia, come di consueto, ha parlato in sala stampa l’allenatore del Frosinone, Pasquale Marino, che ha commentato il momento della sua squadra e presentato la sfida di domani contro l’Ascoli: “Dobbiamo dare continuità a quello che è stato fatto, la squadra ha lavorato bene e si lavora meglio quando arrivano i risultati. Questa è stata una settimana di lavoro proficua e i ragazzi li ho visti concentrati su quello che devono fare. Conosciamo bene le insidie della partita, perché è una squadra che fuori casa ha ottenuto risultati importanti e non bisogna mai abbassare la guardia. Dobbiamo stare molto attenti, dobbiamo attaccare con un buon equilibrio per non lasciare le ripartenze agli avversari e stare attenti nelle coperture preventive. Insomma ci vuole molta attenzione. L’Ascoli è una squadra difficile da affrontare in questo momento, soprattutto nel momento in cui la squadra avversaria fa la partita e loro possono sfruttare gli attaccanti esterni e soprattutto Cacia. Lui è bravo sia ad attaccare la profondità, sia a venire incontro e fare da sponda per i compagni. E' una partita insidiosa”.