14 novembre 2016

Fedele e l’autogol: “Scusa Bari, non ho dormito”

print-icon
Stefano Colantuono - Bari

Stefano Colantuono al suo debutto sulla panchina del Bari (Lapresse)

Il difensore pugliese torna sull'episodio che ha deciso la gara contro lo Spezia: "Sono stato male, non capivo come era successo. E non ho neanche dormito per tutta la notte"

La firma sul primo pareggio di Colantuono nella serata del suo debutto sulla panchina del Bari è la sua, quella di Matteo Fedele. Sfortunato protagonista dell’autogol che è valso l’1-1 allo Spezia e tolto la gioia del successo all’esordio per il nuovo allenatore dei pugliesi: “Difficile chiudere gli occhi dopo una serataccia come quella di ieri. Non mi era mai accaduto prima. Ho rivisto l’azione almeno una ventina di volte per capire la dinamica”, racconta il giorno dopo Fedele., consolato subito dai compagni già a fine partita.

“Peccato perchè stavamo portando a casa i tre punti - prosegue il difensore del Bari - e sarebbe stata una vittoria importante per tutto l’ambiente. Mi dispiace aver messo in difficoltà i miei compagni e vanificato tutti gli sforzi fatti e mi dispiace per i tifosi. Capisco i fischi come gli applausi fanno parte del nostro mondo. La loro delusione però credetemi è anche la mia”. Il difensore del Bari parla anche del prossimo avversario, il Carpi di Castori: “Altra partita delicata non sono preoccupato e la palla non peserà più delle altre volte. Al contrario, non vedo l’ora di giocare per lasciarmi alle spalle quanto accaduto. Ed è un bene che si ritorni a giocare subito al San Nicola davanti ai nostri tifosi”.

Fedele poi torna sull’autorete e commenta di nuovo un’azione rocambolesca e difficilmente ripetibile: “Sono quelle azioni che accadono in un’istante. Ho letto male la traiettoria della palla che è passata davanti a tutti. Pensavo di aver qualcuno alle spalle ed ho cercato di metterla fuori. Almeno quella era l’intenzione, invece, mi è uscito un tiro innaturale. Ora guardo avanti e - conclude il difensore - spero che i tifosi capiscano l’errore. Da oggi si riparte”. E si riparte davvero, perché il Bari di Colantuono è tornato subito al lavoro dopo il pareggio di ieri sera. Allenamento in palestra per i titolari contro lo Spezia e seduta in campo per il resto del gruppo. Ancora fuori Scalera, impegnato con la Nazionale Under 19, mentre per Ivan e Monachello un’altra giornata di cure mediche per il recupero dai rispettivi infortuni. E domani, il Bari, torna al lavoro. Seduta pomeridiana, verso il Carpi. Alla ricerca della prima vittoria dell’era Colantuono.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky