21 novembre 2016

Bari, Furlan: "Tifosi esigenti, Verona rischioso"

print-icon
Stefano Colantuono - Bari

Stefano Colantuono, allenatore del Bari che ha trovato il primo successo contro il Carpi (Lapresse)

Il centrocampista biancorosso parla in conferenza: "La squadra di Pecchia vuole riscattarsi contro di noi, sarà una gara difficile. Il mio ambientamento? E' una piazza esigente, chiedono tanto"

La prima vittoria per il nuovo Bari di Colantuono è finalmente arrivata. Battuto il Carpi 2-0 al San Nicola, adesso la classifica fa già un altro effetto. Decimo posto, venti punti. Soltanto uno in meno della squadra di Castori che occupa l’ultima casella nella griglia dei playoff. La Serie A è ancora un obiettivo possibile. Come premio, Colantuono ha concesso due giorni di riposo alla squadra che riprenderà martedì la preparazione verso la prossima gara di campionato, la trasferta di Verona contro l’Hellas di Pecchia reduce da due brutti risultati negativi. “Non dobbiamo lasciarci prendere dall’entusiasmo della vittoria – analizza in conferenza Federico Furlan, come riportato dal sito ufficiale del Bari – ma rimanere con i piedi per terra e continuare a lavorare. Di certo adesso abbiamo più motivazioni e sappiamo di avere un gruppo costruito bene che può dare ancora tanto, ma dobbiamo cercare di trovare quella continuità che in questa categoria è molto importante”.

Furlan è arrivato al Bari in estate dalla Ternana, un passaggio importante per la sua carriera che il centrocampista analizza così: “Ho l’entusiasmo giusto ma devo ancora far vedere tanto e dare sicuramente di più ad una piazza unica in serie B come quella di Bari. Il nostro - prosegue Furlan - è un pubblico che ti dà grandi motivazioni e che, ovviamente, esige tanto dai suoi giocatori”. Infine, un passaggio anche sul prossimo avversario del Bari: “Domenica andiamo a Verona. Stanno attraversando un momento negativo dopo le due sconfitte con Novara e Cittadella, ma questo non significa niente. Parliamo sempre di una squadra che è stata costruita in estate per risalire subito in A e che vorrà rifarsi di due passi falsi davanti al proprio pubblico. E’ chiaro che dipenderà molto anche da noi e dal nostro approccio. Una partita così - conclude Furlan - va giocata con la giusta mentalità e con molta attenzione. Dobbiamo uscire dal campo pensando di aver dato tutto ed essendoci riusciti”.