23 novembre 2016

Novara, si ferma Scognamiglio. E parla la difesa

print-icon
I tifosi del Novara

I tifosi del Novara (Getty)

Il difensore lascia l'allenamento, ma intanto Boscaglia recupera Romagna. In conferenza parola alla difesa: "Perugia squadra difficile da affrontare"

Verso il Perugia. Il Novara prosegue la preparazione in vista del prossimo impegno in campionato. Dopo la vittoria contro il Verona e la sconfitta contro il Frosinone, la squadra di Boscaglia è attesa da un’altra big. Secondo giorno di lavoro, una seduta che nella parte iniziale è stata dedicata alla forza e al lavoro di attivazione. Poi ha avuto inizio l’allenamento vero e proprio, interamente animato dall’utilizzo della palla. La squadra - come comunica il club nel report odierno - si è impegnata in un’esercitazione sul possesso palla prima a tutto campo poi su terreno ridotto. Nella seconda parte dell’allenamento, poi, ha avuto luogo una sessione tecnico-tattica a campo ridotto. Filippo Romagna è rientrato in gruppo ed ha svolto l’intero allenamento con il resto dei compagni, mentre Gennaro Scognamiglio ha lasciato il campo in anticipo a causa di una lieve contusione al piede sinistro.

Prima della seduta, in conferenza stampa la parola è andata alla difesa. “Dobbiamo rimanere attenti per risolvere a nostro favore le partite. Dobbiamo metterci qualcosa di più, anche perché - esordisce Mantovani - il campionato negli ultimi anni è sempre molto equilibrato. Nell'episodio del gol subito dovevamo essere più scaltri, magari avvisando l'arbitro del cambio. Io lavoro sempre al massimo per farmi trovare pronto, come ho sempre fatto. Possiamo utilizzare più schemi e possiamo essere tutti utili. Siamo un po' penalizzati dal punto di vista dei punti, ma è un campionato lungo. Personalmente sono contento delle ultime due partite e la mia condizione può solo migliorare, voglio crescere sempre. Ad inizio anno ho avuto un piccolo problema fisico, qualche fastidio che si è protratto nel tempo. Perugia? Sarà complicato su un campo molto difficile con un pubblico caloroso, un allenatore preparato e - conclude il difensore - un organico importante. Ma giocheremo come sempre per far punti”.


Non solo Mantovani. In sala stampa è stato il turno anche di Calderoni: “Il nuovo modulo? Il quinto di centrocampo l'ho fatto poche volte ma mi piace molto. A Perugia sarà dura perché loro giocano un bel calcio. Forse meritavamo qualche punto in più, anche se la classifica rappresenta quello che facciamo. Spero di crescere, al momento sto bene, anche di testa. I numeri della difesa? Troppi gol subiti da palla inattiva, dobbiamo alzare l'asticella dell’attenzione”, conclude il difensore del Novara.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky