27 novembre 2016

Longo: "Pro Vercelli, a Salerno con fiducia"

print-icon
01_

L'allenatore della Pro Vercelli Moreno Longo (lapresse)

Il duello tra Pro Vercelli e Salernitana chiuderà il 16.o turno di campionato di Serie B. L'allenatore della Pro Moreno Longo guarda alla sfida con fiducia

La Pro Vercelli guarda il suo futuro più immediato e vede la Salernitana, match che completerà la 16.a giornata di Serie B, lunedì 28 novembre alle 20.30. Nella testa dei ragazzi di Moreno Longo, un solo obiettivo: ritrovare la via della vittoria, che in campionato manca dal 16 ottobre. Dopo la rifinitura di giornata, l’allenatore della Pro ha analizzato la situazione in e del campionato nel corso di una lunga conferenza stampa, con una riflessione a quel pareggio ottenuto nel 15.o turno contro il Vicenza, in casa.

"E' una B equilibrata" - “Quanto fatto dal Vicenza contro il Benevento non ci stupisce. Ma questo ci deve far capire che in questo campionato non ci sono squadre che denotano segni di grandissime difficoltà. Nel giro di 2/3 punti ci sono 11 squadre. C’è un grandissimo equilibrio. Faccio un esempio: le neopromosse di quest’anno hanno investito molto e costruito delle rose ai fini di lottare per i vertici della classifica, e mi riferisco a Spal e Benevento. Il Cittadella invece sta dimostrando come la forza del gruppo e della continuità del lavoro porti i risultati giusti. Il Pisa? Nonostante tutto quello che sta passando, può contare di avere grande entusiasmo, attinge a risorse nervose davvero importantissime. Contro il Trapani è stato decisivo anche l’ambiente che ha spinto la squadra di Gattuso alla vittoria”.

Testa alla Salernitana - "Siamo consapevoli di quanto sia uno stadio caldo, importante, nuovo, io però mi aspetto una partita di coraggio, propositiva. Voglio una squadra che lotti, che sappia continuare la striscia positiva fin qui ottenuta: i risultati ci permettono di restare attaccati al gruppone che lotta per la salvezza anche se ricordiamolo, noi siamo fuori dalla zona rossa. I tanti pareggi della Pro? Il campionato ci sta dicendo che l’alternanza di risultati è una caratteristica di tutte le squadre, dal Verona al Brescia. Quando abbassi la guardia è facile subire gol. Noi avevamo l’obbligo di migliorare la compattezza di squadra. Poi chiaramente puoi sempre concedere qualcosa all’avversario. Ma faccio un esempio: con il Vicenza abbiamo sofferto e subito solo su calcio piazzato. Con Latina e Carpi non abbiamo vinto ma abbiamo creato moltissimo. Non ho visto squadre godere di 10 palle gol a partita, al massimo 4/5. Noi siamo in sintonia con tutte le altre. Con due punti in più vedremmo il bicchiere mezzo pieno, ne sono certo. Ma questa è a strada e guardiamo al futuro con fiducia". E lunedì 28 novembre, ecco la Salernitana. Scontro diretto che nessuna delle due squadre vuole sbagliare.