28 novembre 2016

Novellino si presenta: "Sono felicissimo"

print-icon
walter_novellino_avellino_getty

Walter Novellino, nuovo allenatore dell'Avellino (Getty)

"So che il campionato di Serie B è difficile ma vogliamo salvarci. Il gruppo deve ritrovare la cattiveria". Queste le prime parole del nuovo allenatore dell'Avellino in conferenza stampa. Nel pomeriggio il primo allenamento con la squadra

Ad Avellino è iniziata ufficialmente l’era Novellino, l’allenatore ha firmato un contratto con la società biancoverde fino al prossimo 30 giugno 2017. Per l’ex guida - tra le altre - di Torino, Sampdoria, Modena e Palermo di tratta di un ritorno a casa visto che campano di Montemarano, in provincia di Avellino. Nel pomeriggio l’allenatore conoscerà i suoi nuovi calciatori e dirigerà il primo allenamento della sua nuova storia biancoverde; prima, però, il sostituto di Domenico Toscano è stato presentato alla stampa allo Stadio Partenio-Lombardi: "Sono felicissimo - ha dichiarato - questa è la città in cui ho sempre voluto allenare, è un sogno per me. Questa è una piazza che merita soddisfazioni e so che questo non è un momento facile; spero che ragazzi capiscano che è arrivato il momento di dare davvero tutto perché non sempre si vedono tifosi di club di Serie B al seguito della propria squadra anche in trasferta. Per questo siamo in debito con loro".

"L’obiettivo è quello di salvarci conquistando risultati importanti, sono convinto che se lavoriamo e troviamo le giuste motivazioni potremo restare in questa categoria. Qui ci sono calciatori importanti Castaldo, Ardemagni, Mokulu su tutti e altri che hanno fatto la storia di questa società come D’Angelo. Usciremo da questo momento lavorando insieme perché la società ha già fatto il necessario sul mercato. So anche che il campionato di B presenta molte sorprese e che non sarà facile. Personalmente sono andato a scuola ad Avellino e non ho mai rinnegato la mia terra, ho la possibilità di tornare a vivere e a frequentare la mia città. Confesso che ci sono stati contatti con l'Avellino già prima di questa settimana - ha poi aggiunto - ho grande rispetto per Toscano, è un bravo allenatore ma tutti noi dipendiamo dai risultati e sono stato felice della chiamata del presidente. Non potevo dire di no".

"Il mio staff tecnico? L'allenatore in seconda aveva dei problemi personali, così ho scelto di puntare su Imbimbo: anche lui è di Avellino e ha fatto buone cose, cercherà di entrare in fretta nel meccanismo che voglio per il mio gruppo. Probabilmente giocherò con un 4-4-2, dobbiamo ritrovare la cattiveria giusta e inizierò oggi a lavorare. Sono consapevole di quanto è stato fatto finora, prendo il posto di un allenatore di tutto rispetto e voglio prima vedere i calciatori sul campo per poi fare le mie valutazioni. Ardemagni? Ha bisogno di continuità, sono abituato a parlare con ognuno dei miei giocatori e farò così anche con lui".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky