03 dicembre 2016

Frosinone, pari a La Spezia. Spal super: è terza

print-icon
Piccolo (LaPresse)

Solo 0-0 con un finale nervoso al Picco per il Frosinone, seconda forza del campionato (Foto LaPresse)

Ancora un pareggio per la squadra di Marino frenata al Picco nella 17.a giornata della Serie B, turno che esalta gli emiliani vittoriosi a Cittadella. Si salva l'Entella, volano Bari e Novara. Bollini e Novellino steccano all'esordio, avanzano Ascoli e Ternana. Solo un punto per la Pro Vercelli

Ancora un passo falso del Frosinone, un altro assist alla capolista Verona. Se la striscia utile dei ciociari di Marino raggiunge le 10 partite di fila, l’ennesimo pareggio maturato a La Spezia può costare l’allungo dell’Hellas al comando della classifica. Già, perché in attesa del posticipo al Bentegodi, la seconda forza del campionato rallenta nuovamente dopo l’1-1 contro la Ternana. Termina senza reti al Picco, impianto ostico dei liguri già protagonisti in Coppa Italia dopo l’impresa a Palermo. Di Carlo esce imbattuto e resta affacciato alla finestra playoff, traguardo più ambizioso per il Frosinone che tuttavia rischia di scivolare a -5 dalla vetta mentre impazza la corsa al podio.

Che Spallata! - Tutto Semplici a Ferrara, almeno così suggerisce la classifica. Sesto risultato utile per la Spal che, nell’incrocio tra neopromosse terribili, espugna Cittadella e vola al terzo posto solitario della Serie B. Un’altra prova di forza della rivelazione emiliana, avanti due volte con Bonifazi e Zigoni vanamente intervallati dal pareggio di capitan Iori. Il 2-1 esterno al Tombolato accende i riflettori sul calcio pratico e divertente dei biancazzurri. Chi ha perso smalto è invece l’Entella, senza vittorie da un mese ma uscita indenne al Francioni di Latina: apre Corvia, rimedia Masucci tra le polemiche pur salvando nel finale i liguri di Breda. Non si ferma la parabola della squadra di Vivarini reduce da 5 gare positive. Segnali negativi anche dal Liberati per un’altra pretendente ai playoff, il Brescia dal doppio volto: impeccabile al Rigamonti, vulnerabile in trasferta con 5 stop di fila. Ne approfitta la Ternana con Palombi che trascina gli umbri lontano dai bassifondi della classifica. Funziona invece la cura Colantuono a Bari, gruppo che al San Nicola non concede sconti alla Salernitana dell’esordiente Bollini: De Luca e Daprelà archiviano il 2-0 che prolunga il tabù esterno dei granata, mai vittoriosi lontano dall’Arechi.

Rimonta Novara - Soddisfazioni alterne in Piemonte nella 17.a giornata a partire dalla Pro Vercelli, bloccata sullo 0-0 dall’ermetico Pisa di Gattuso. Se i toscani si avvicinano all’agognato passaggio di proprietà alla cordata Corrado-Ricci, il campo regala un punto che non sposta gli equilibri dopo lo scontro diretto. Prova di forza invece del Novara vittorioso contro il Vicenza dall’ottimo impatto esterno: subito avanti con Raicevic, i veneti di Bisoli incassano il 2-1 di Lukanovic (classe ’98 da tenere d’occhio) e Galabinov su rigore. Boscaglia guadagna tre punti al Piola e vincola i biancorossi al penultimo posto. Detto del battesimo infelice di Bollini, anche l’avvento di Novellino ad Avellino coincide con una sconfitta: pesante il 2-1 esterno strappato dall’Ascoli, colpito da Verde ma esaltato da Gatto e Cacia. Per il bomber marchigiano, ora terzo nella classifica all-time dei bomber della Serie B con 125 gol, un guizzo che vale il sorpasso sui campani in difficoltà.