09 dicembre 2016

Spezia, Di Carlo: "La classifica non ci dà merito"

print-icon
08_

L'allenatore dello Spezia Domenico Di Carlo (Lapresse)

Spezia, l'opportunità di accorciare le distanze con la vetta si chiama Spal, match valido per il 17.o turno della Serie B. Di Carlo chiede concentrazione in vista dello scontro diretto con vista playoff

Lo Spezia di Domenico Di Carlo è pronto all’esame Spal. Per capire le proprie potenzialità e - possibilmente - cercare di accorciare la classifica verso l’alto: la squadra di Semplici, terza, dista solo sei punti. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore dello Spezia nella conferenza stampa della vigilia: "Il campionato di Serie B è imprevedibile ed anche quest'anno lo sta dimostrando, con tre squadre neopromosse ai vertici della classifica e la SPAL è una di queste, in quarta posizione grazie ad un'ottima organizzazione di gioco, mostrando compattezza in fase difensiva ed attaccando sempre con tanti uomini; il "Mazza" è un campo del SUD, sempre pieno e con un pubblico caloroso pronto a trascinare i giocatori di mister Semplici, pertanto serviranno personalità e temperamento per fare risultato. Loro vivono un ottimo momento, sono in fiducia, ma noi nella scorsa settimana abbiamo vinto a Palermo e pur non vincendo, abbiamo offerto una grande prestazione contro il Frosinone e domani cercheremo di dare ancora qualcosa in più; puntiamo sempre al massimo, indipendentemente dall'avversario, ma per vincere servono concentrazione, intensità e gioco di squadra".

L’analisi sui singoli - "Stanno iniziando a rientrare diversi giocatori, Signorelli è in crescita, Datkovic è recuperato e dalla prossima sarà dei nostri; Errasti ha ancora dieci giorni, Tamas e Crocchianti stanno lavorando per rientrare, mentre Okereke ha avuto un problema al ginocchio e non sarà disponibile per Ferrara; con il recupero di tanti calciatori si alza la qualità dell'allenamento, c'è maggiore competizione e maggiore scelta per me, tutti fattori positivi ed è un bene che ad oggi abbia ancora due-tre dubbi sulla formazione da schierare, vuol dire che in settimana ho visto tanti ragazzi determinati a conquistare la maglia da titolare con al voglia di essere protagonisti. Cisotti? Il merito è soprattutto suo, in questi mesi ha lavorato con grande umiltà, facendosi conoscere da un allenatore che non lo conosceva e dimostrando di potersi ritagliare il proprio spazio".

Classifica immeritata - "Questa è una squadra solida, lo ha dimostrato anche con tante assenze; ci manca qualche gol, è vero, ma non perchè sono mancate le occasioni, bensì perchè avremmo dovuto far meglio in fase di finalizzazione e anche perchè in diverse situazioni la fortuna non ha girato dalla nostra parte; la nostra è una classifica che non dà merito allo Spezia per quanto fatto vedere, ma andiamo avanti con fiducia perchè se le prestazioni saranno quelle delle ultime gare, le vittorie arriveranno e consentiranno di dare un altro valore ai pareggi".

Il mercato - "E' un segnale importante quando una proprietà parla di miglioramenti e si mette a disposposizione, ma al mercato penseremo tra qualche settimana”.