11 dicembre 2016

Lapadula, la A con il Parma: Coda, oro Salernitana

print-icon
Coda, Salernitana

Massimo Coda, attaccante della Salernitana (LaPresse)

Doppietta contro il Frosinone e settimo gol in campionato, la Salernitana torna a vincere in trasferta trascinata da Massimo Coda: dal Nova Gorica con Lapadula alla Serie A con il Parma, sognando in grande  

La domanda è arrivata spontanea, quasi inaspettata. Frosinone-Salernitana conclusa da pochi minuti, Massimo Coda davanti al microfono. "Ma cosa ci fai ancora in Serie B?". Sorriso che nasconde un pizzico di amarezza, ma idee chiare anche una volta slacciati gli scarpini: "Purtroppo ho fatto parte del fallimento del Parma, poi è arrivata la proposta della Salernitana ed ho subito accettato”. Gioia reciproca, decisamente. Attaccante classe 1988, 17 gol lo scorso anno, 15 in campionato, due nei playout. Gol pesanti, pensantissimi. Firma indelebile sulla salvezza granata. Ma non finisce qui, anzi. Frosinone, stadio Matusa: Vitale crossa, il numero nove in maglia Salernitana anticipa tutti e d’esterno destro al volo mette in rete. Bello, bellissimo. Pochi minuti dopo, altra rete di tutt’altro genere: corsa a campo aperto, lucidità sotto porta, tocco preciso. Doppietta personale, 1-3 definitivo, Salernitana che torna a vincere in trasferta come non accadeva (playout esclusi) dallo scorso marzo. Un’eternità. Prima gioia sulla panchina granata per Alberto Bollini, sesto e settimo gol in campionato per Massimo Coda.  

Più di Lapadula - "Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, giocando con grande personalità e conquistando una vittoria fondamentale. Sono contentissimo per i due gol, ma soprattutto per aver contribuito alla vittoria della squadra. Siamo riusciti finalmente a vincere anche in trasferta e dobbiamo continuare così per cercare di recuperare i punti persi per strada nelle scorse settimane. Ora però teniamo i piedi per terra, perché troppe volte abbiamo commesso l’errore di aver peccato dopo aver fatto una grande prestazione. Il mio obiettivo? Resto basso, mi accontento di superare quota 17". Attaccante di razza, Coda. Gol nel dna, la categoria conta poco: Cremonese, San Marino, Nova Gorica (Slovenia) in compagnia di Gianluca Lapadula: in campionato 18 reti per Coda, 10 per l’attaccante oggi al Milan. Poi Parma, Serie A: due gol contro Chievo Verona e Genoa, poi il crociato che fra crack. Il risveglio è amaro, la squadra rossoblù fallisce. Ma per Coda è l’inizio di una nuova avventura, quella alla Salernitana. Gol dopo gol, per raggiungere nuovi prestigiosi traguardi non è mai troppo tardi. L’ex compagno di squadra Lapadula insegna.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky