13 dicembre 2016

Gonzalez: "Per l'Avellino farei anche il portiere"

print-icon
avellino_lapresse

L'avellino nel prossimo impegno affronterà il Bari (La Presse)

Il difensore biancoverde è intervenuto in conferenza stampa dopo l’allenamento pomeridiano della squadra. I campani, nella prossima sfida affronteranno il Bari. "Con Novellino abbiamo allenato la mentalità, dovremo essere umili", ha detto il giocatore uruguaiano

Contro il Benevento non è bastato il gol di Verde pochi minuti dopo l’inizio della gara; i giallorossi hanno costretto l’Avellino al pareggio per 1-1. Non è ancora arrivata, dunque, la prima vittoria sula panchina biancoverde per Walter Novellino che però - anche nel post gara di sabato - ha detto di aver ricevuto buoni segnali in vista delle prossime partite dalla sua squadra. Già ieri il gruppo si era ritrovato per preparare il prossimo impegno contro il Bari, con l’allenatore che però ha dovuto rinunciare agli indisponibili Migliorini, Donkor (contusione al ginocchio sinistro) e Paghera (lesione muscolare di primo grado all’adduttore destro). Soumaré in gruppo mentre Alejandro Gonzalez ha lavorato parzialmente a parte per un affaticamento al flessore della coscia destra.

Proprio il difensore uruguaiano classe 1988 quest’oggi ha preso la parola in sala stampa, analizzando così il momento dell’Avellino: "L’allenatore mi chiede di fare il terzino, anche se non è proprio il mio ruolo. In ogni caso sto dando tutto per farmi trovare pronto e giocare nel miglior modo possibile; così a fine anno potrete dire che sono stato bravo. Cambiamenti dal precedente allenatore a quello attuale? Entrambi mi hanno chiesto di giocare in questa posizione e non ho nessun problema a farlo; anche se mi si dovessero chiedere di fare il portiere lo farei. Un cambio in panchina genera sempre una rivoluzione all’interno della squadra e mi era già successo in passato, sia in Uruguay che qui in Italia".

"Quando c’è un allenatore nuovo bisogna guadagnarsi il posto da titolare ricominciando da capo e questo fattore ha innescato un migliore atteggiamento da parte nostra contro Ascoli e Benevento. Ammetto che con Toscano c’è sempre stato un rapporto da professionisti, siamo stati insieme a Terni qualche settimana e se lui mi ha voluto qui ad Avellino è perché ha visto in me dei lati positivi dal punto di vista professionale e umano. Quando una persona non ha più un lavoro è sempre una sconfitta per tutti - ha aggiunto - noi calciatori siamo responsabili del suo esonero e ora, con Novellino speriamo di poter imparare tanto dalla sua esperienza. Siamo a sua totale disposizione. Il Bari? Abbiamo allenato la nostra mentalità e dovremo approcciare alla partita con grande umiltà. I biancorossi sono una squadra costruita per vincere al di là delle assenze che hanno. Noi però lotteremo fino alla fine per conquistare un risultato positivo".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky