14 dicembre 2016

A tutto Pisano: "Io, stessi obiettivi del Verona"

print-icon
zaz

Eros Pisano in azione contro la Juventus durante la passata stagione (Getty)

In vista di Verona-Entella parla il difensore dei gialloblù Eros Pisano: dalla sconfitta contro il Vicenza ai suoi obiettivi con il club, ecco tutte le dichiarazioni 

Quattro punti nelle ultime quattro partite non è certo un cammino trionfale da capolista ma il Verona di Pecchia è consapevole di quanto sia complicato il campionato di B e di come un momento si possa anche vivere. In vista di Hellas Verona-Virtus Entella, in programma lunedì 19 dicembre (ore 20.30) allo stadio ‘Bentegodi’, ha parlato Eros Pisano, in conferenza stampa. 

Ko di Vicenza, inaspettato - "Vicenza? Non mi aspettavo quel risultato, noi le gare le prepariamo ma non si può mai sapere come sarà effettivamente la partita, che è sempre condizionata da momenti ed episodi, contro o a favore che siano. Sta di fatto che abbiamo perso una gara importante, un derby, cui tenevamo sia noi che i tifosi, ma adesso siamo già proiettati sull'Entella. Tutte le squadre affrontano cali, noi lo stiamo avendo ora, ma lo spogliatoio è unito, siamo positivi, sappiamo della forza che abbiamo. L'importante è riprendere subito il cammino, abbiamo fatto un gran calcio e se continuiamo a lavorare possiamo tornare al più presto quelli di prima, a partire da lunedì sera, riunendoci come gruppo. I tifosi del Verona ci sono sempre stati vicini, capisco che si vorrebbe sempre vedere un grande Hellas ma prima di tutto vengono i risultati, e questi finora dicono che siamo primi in classifica. Daremo tutto nelle tre gare che mancano alla fine dell'andata, poi la pausa. Entella? Come tutte le partite ci lavoriamo sul campo e le analizziamo. Come tutti, vorranno fare bella figura, spesso succede che al Bentegodi si chiudano e non è facile trovare spazi, ma se siamo noi stessi possiamo dire la nostra. Dobbiamo ritrovare la fluidità di gioco che avevamo prima, stiamo lavorando per cambiare qualcosa e sorprendere gli avversari. Ganz? Magari a Vicenza non è stata la sua miglior partita, ma tante altre volte se chiamato in causa è andato in gol. E' un ragazzo giovane, anche lui sicuramente vorrà più continuità e con essa l'entusiasmo, da cui passa anche la sua crescita. Zaccagni? Sappiamo delle sue qualità, si mette a disposizione del gruppo, mi piacerebbe dargli dei consigli se volesse proseguire nella carriera di terzino destro. Pecchia? Ogni allenatore è fatto a modo suo, lui sa bene quello che vuole e ciò deve fare, la sua impronta l'ha data. Noi lo seguiamo sempre, in tutto".

Come sta Pisano - "Quest'anno ho avuto qualche problemino fisico e la squalifica che ho scontato di certo non ha aiutato a farmi prendere il ritmo, ma mi sento bene mentalmente e fisicamente. Come me anche tutto il gruppo, abbiamo dimostrato di essere una squadra unita e compatta, usciremo più forti di prima da questo momento. In quest'ultimo periodo non sono riuscito ad allenarmi con continuità, ma ora che questo sta succedendo tutto verrà di conseguenza. Quest'anno devo crescere fisicamente nelle prestazioni. Sono rimasto qui a giugno per dare il mio apporto a questa squadra, andare via a gennaio non è mai stato nei miei pensieri, condivido gli obiettivi di questa società e a Verona sto benissimo".

Verona società solida - "Io e Romulo? In campo capita di avere delle incomprensioni, ma un minuto dopo eravamo nello spogliatoio abbracciati, queste sono occasioni di crescita per tutti. Il Verona è una società solida, gli stipendi arrivano regolarmente. E' presto per parlare anche di premi promozione, la strada è ancora lunghissima".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky