15 dicembre 2016

Calori: "Rispettiamo il Frosinone, serve di più"

print-icon
alessandro_calori_trapani_trapanicalcioit

Alessandro Calori, allenatore del Trapani (foto www.trapanicalcio.it)

I granata, ultimi in classifica con 12 punti, domani affronteranno i giallazzurri di Marino. In conferenza stampa l'allenatore ha chiesto uno sforzo particolare ai suoi ragazzi ma anche a tutti i tifosi: "Mi piacerebbe rivedere allo stadio tutti quelli che amano il Trapani, stateci vicino"

Il Trapani deve ripartire da quanto di buon mostrato nell’ultima sfida (pareggiata per 2-2 contro la Virtus Entella). Il prossimo appuntamento, in programma domani nell’anticipo della diciottesima giornata di Serie B, vedrà i granata impegnati contro il Frosinone di Marino. L’allenatore della squadra siciliana Alessandro Calori ha presentato così il match: "Dobbiamo diventare una squadra che ha il coraggio di giocarsela con tutti - ha detto - e dobbiamo imparare a sfruttare quelle componenti che fanno sì che un gruppo di calciatori abbia una propria identità. Domani sera ci servirà una prestazione importante sotto tutti i punti di vista, affrontiamo una squadra forte che ha grandi ambizioni".

"Mi piacerebbe rivedere allo stadio tutti quelli che amano il Trapani, chiedo ai nostri tifosi di starci vicino, sappiamo che il momento non è semplice per nessuno vista la nostra posizione di classifica ma sarebbe importante accantonare qualche pensiero brutto. Vorrei che lo stadio Provinciale tornasse a essere la nostra casa, dove tutti insieme possiamo fare qualcosa di importante. Dalla squadra voglio vedere maggiore intensità, oltre a tante altre cose. Per quanto riguarda il Frosinone dico che è una squadra reduce una sconfitta e che merita grande rispetto. Noi però dobbiamo diventare fastidiosi per tutti. I giocatori oltre alle loro qualità tecniche devono mettere qualcosa di più: cattiveria, carattere e voglia di spingersi sempre un po’ oltre difficoltà".

E ancora: "Dopo la partita contro la Virtus Entella ho palato con Guerrieri, che sa di aver commesso un errore; se però ogni volta che qualcuno sbaglia si inizia a puntare il dito contro di lui finisce che giocheremo io e il mio staff. Se dovessi giudicare e condannare un giocatore da un errore, sarei io stesso il primo da condannare. Non ho mai penalizzato un calciatore per un errore in partita e mai lo farò perché gli errori li facciamo tutti. Secondo me, non sarebbe giusto comportarsi così. Gli infortunati? Pagliarulo resterà fuori ancora per qualche settimana per un doppio infortunio, Scozzarella invece si è allenato con gli altri ed è a disposizione; a parte Balasa e Raffaello sono tutti a disposizione".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky