17 dicembre 2016

La Spal cade a Vercelli. Granoche piega il Perugia

print-icon
Giani (LaPresse)

La sconfitta della Spal a Vercelli interrompe a 7 la striscia di gare utili degli emiliani (Foto LaPresse)

Nella 19.a giornata di B sfuma la vetta provvisoria per gli emiliani, travolti 3-1 al Piola. Vincono Carpi e Cittadella, El Diablo firma la rimonta dello Spezia contro gli umbri. Bari e Novara affacciate ai playoff, pari al Francioni tra Latina e Brescia. Colpo del Vicenza a Terni

Tutto Semplici a Ferrara, ma il sogno primo posto resta ancora una splendida fantasia. Dopo il successo del Frosinone e in attesa della replica del Verona, la sorprendente Spal crolla 3-1 sul campo della Pro Vercelli. Decidono un calcio piazzato di Emmanuello, Morra e Palazzi, reti che interrompono la striscia di 7 gare utili degli emiliani traditi dal palo di Antenucci e solo rinfrancati dal guizzo di Bonifazi. Se la rivelazione emersa dalla Lega Pro cullava la possibilità di guadagnare la vetta provvisoria, la trasferta al Piola costa caro ma non ridimensiona una delle realtà più convincenti del campionato. Ossigeno puro per Longo, tornato ai tre punti dopo un digiuno lungo due mesi.

Festa al Tombolato - Nel sabato dedicato alla bagarre playoff gli unici squilli arrivano da Cittadella e Carpi. Dopo una parentesi negativa e 3 stop di fila la banda Venturato vola con Salvi contro il Pisa, squadra sospesa tra l’infinito passaggio di proprietà Petroni-Corrado e le difficoltà sul campo che non danno pace a Gattuso. Tornano in corsa invece i veneti di Venturato a differenza del Perugia, sconfitto dopo 7 gare utili proprio come la Spal. Di Carmine illude gli umbri al Picco, poi la doppietta di Granoche nella ripresa riporta il sorriso a Di Carlo che mancava da un mese. Dicevamo del Carpi, vittorioso all’Arechi nella gara segnata dalle espulsioni: rosso a Coda e vantaggio emiliano con Di Gaudio, poi è Sabbione a imboccare gli spogliatoi e a concedere la sfortunata autorete di Gagliolo. Ma il 2-1 finale di Bifulco all'ultimo respiro esalta Castori che festeggia le 700 panchine in carriera. Chi si affaccia alla finestra playoff è invece il Bari esaltato da Fedele, protagonista assoluto nel match interno contro l’Avellino avanti con Castaldo. A dispetto delle tante assenze, Colantuono ottiene un successo prezioso che conferma il trend casalingo dal suo avvento (10 punti in 4 gare).

Colpo Vicenza - Non dimentichiamo la risposta playoff del Novara vittorioso 3-1 sul Cesena: Sansone, Scognamiglio e Calderoni indirizzano la gara già nel primo tempo, inutile la firma di Garritano nel finale. Boscaglia archivia il quarto risultato utile consecutivo, note liete che mancano invece ai romagnoli in campo esterno con Camplone (4 ko in altrettante partite).Termina invece in parità il confronto tra Latina e Brescia, 1-1 dettato dal botta e risposta Bisoli-Boakye. Se i laziali mancano l’operazione sorpasso, Brocchi interrompe un bilancio disastroso in trasferta (5 ko di fila). In coda fondamentale successo esterno del Vicenza, gruppo già votato alle sorprese lontano dal Menti nonostante l’ultima gioia contro il Verona. Al Liberati di Terni ecco la seconda vittoria di fila per Bisoli: Giacomelli e Pucino su rigore, intervallati da Petriccione, vanificano la striscia utile degli umbri di Carbone che durava da 4 turni.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky