17 dicembre 2016

Verona-Entella, Pecchia: "Serve un cambio marcia"

print-icon
10_

L'allenatore del Verona Fabio Pecchia (lapresse)

Il Verona vuole riprendersi la vetta della classifica di Serie B contro l'Entella dopo il momentaneo sorpasso del Frosinone di Marino. E' un Pecchia carico quello che analizza il match che verrà in conferenza

Dopo il ko nel derby sul campo del Vicenza, il Verona intende cambiare marcia, da subito. Una marcia che - fino a qualche settimana fa - sembrava trionfale, verso la promozione diretta in A. E che invece adesso si è rallentata dopo qualche risultato negativo di troppo. Ecco le parole dell’allenatore del Verona Pecchia in vista del match contro la Virtus Entella.

Rialzarsi mentalmente - «Serve un cambio di marcia, dobbiamo superare il brutto episodio con il Vicenza. Nel primo quarto d’ora abbiamo creato tante situazioni determinanti, questo vuol dire che l’approccio è giusto. Chiaramente le partite non durano così poco, dobbiamo tornare a gestire le situazioni come nella prima parte del campionato. Se ho in mente un cambio di modulo? Prima di ogni altra cosa, mi aspetto più leggerezza mentale e psicologica nel giocare la palla, come abbiamo fatto con il Bari, e anche nella prima parte della sfida con il Perugia. Dobbiamo continuare ad insistere, non è un discorso legato alla tattica ma alla mentalità. Siamo in una fase di difficoltà, i risultati dicono questo. Bisognava dare continuità ai risultati ma non ci siamo riusciti, adesso dobbiamo ripartire. Dispiace che si sia fermato Zuculini, poteva darci una grande mano per caratteristiche fisiche e per tempra morale. Chiedere di più da chi entra dalla panchina? A mio avviso ‘Zucu’ e Bessa hanno fatto bene con il Vicenza, due delle tre occasioni create nel secondo tempo portano la firma di Franco, anche se con la nebbia è stato difficile notarlo. In generale vedo calciatori in forma, i nostri dati lo testimoniano, qualche calo fisiologico ci sta, soprattutto da chi ha tirato la carretta per lungo tempo. La coppia Ganz-Pazzini? Hanno già giocato insieme a partita in corso, è una delle nostre soluzioni. Come ho già detto, non è un discorso di uomini, tattica o moduli, ma di mentalità. Voglio vedere una grande reazione, inciderà molto la forza del gruppo nell’affrontare la gara. Il ritorno di Juanito? Si è aggregato da poco, la mancanza di continuità ne ha condizionato il rendimento. E’ un calciatore molto forte, in grado di dare molte soluzioni».

Reagire contro l’Entella - «Giocare in posticipo? Dobbiamo guardare il nostro percorso, è troppo presto per valutare gli altri campi, sapere il risultato degli altri cambia poco. Detto questo, per me l’Entella è una certezza in questo campionato, hanno fatto buone cose e lavorano insieme da molto. Ci siamo preparati per la sfida, avremo bisogno di tutto il supporto del nostro pubblico per fare una grande prestazione».

Come rispondere alle critiche - «Il mercato? Per adesso abbiamo da giocare 3 partite importanti, altre valutazioni a fine anno. Devo dire che ho visto una grandissima professionalità anche da chi ha trovato poco spazio. Le critiche? Comprensibili e legittime, le accettiamo. Vado avanti per la mia strada, vogliamo rispondere con le prestazioni sul campo».

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky