Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 dicembre 2016

Non basta super Orsolini, pari Benevento-Ascoli

print-icon

L'attaccante bianconero (seguito dal Milan per gennaio) colpisce una traversa, mentre il palo ferma Ceravolo e i padroni di casa: finisce senza reti il posticipo della domenica della 19a giornata di Serie B, è 0-0 al Vigorito

BENEVENTO-ASCOLI 0-0

Finisce senza reti il posticipo della domenica nella 19a giornata di Serie B al Vigorito tra Benevento e Ascoli: un palo nel primo tempo dei padroni di casa con Ceravolo ed una traversa colpita da Orsolini per gli ospiti nella ripresa non bastano per sbloccare la partita. La squadra di Baroni sale comunque in solitaria al terzo posto in classifica dietro Frosinone e Verona, quella di Aglietti porta a casa un altro punto prezioso per una salvezza tranquilla. Sognando i playoff.

Palo Benevento, ma è 0-0 al 45’ - Posticipo della domenica in Serie B, la 19a giornata prosegue con la sfida del Vigorito tra Benevento e Cesena. I padroni di casa, terzi in classifica, sognano l’aggancio al Frosinone in vetta (in attesa del monday night del Verona di Pecchia contro l’Entella), mentre la squadra di Aglietti vuole provare a rimanere agganciata al gruppo playoff. Poche sorprese nelle scelte dei due allenatori, con il solito attacco pesante e di qualità per Baroni e con la coppia Gatto-Cacia nell’Ascoli. Primo tempo che inizia a ritmi bassi, con il Benevento che prova a fare la partita ma che non trova soluzioni pericolose. Al 27’ ecco però la prima grande chance della gara per la squadra di Baroni: Cissé entra in area di rigore e serve Ceravolo che di destro centra soltanto il palo. Poi, due minuti più tardi, un’altra grande occasione per il Benevento con il tiro di De Falco deviato con il tacco da Ceravolo che sfiora ancora il vantaggio calciando fuori di un soffio. Non si sblocca però il punteggio alla fine del primo tempo, anche se i padroni di casa meriterebbero forse qualcosa in più dello 0-0. Ma al riposo, dopo 45’, si va così.

Traversa di Orsolini, finisce in parità - Ci si aspettava un secondo tempo frizzante, ma la ripresa inizia a ritmi bassissimi: possesso di palla del Benevento ed Ascoli che si difende e prova a ripartire. Lo fa benissimo al 10’ quando Orsolini (nel mirino del Milan sul mercato) entra in area di rigore e col destro colpisce la traversa: un legno a testa, parità massima al Vigorito. E’ ancora pericoloso l’Ascoli al 18’ quando Cacia si gira in area e di sinistro sfiora la porta, ma la risposta del Benevento arriva al 20’ con la grande chance sui piedi di Pezzi che di testa va vicino al vantaggio. Cresce la squadra di Baroni che alza i ritmi e prova a sbloccare la partita per agganciare il Frosinone in testa, ma le tante occasioni create nel finale dai padroni di casa non bastano per trovare il vantaggio. E non bastano neppure i sei minuti di recupero: l’Ascoli regge anche grazie alle parate di Lanni, il Benevento frena al Vigorito. E' 0-0, un punto che permette ai campani di staccare la Spal e riportarsi in solitaria al terzo posto dietro a Frosinone e Verona. Per la squadra di Aglietti, un altro passo verso la salvezza tranquilla. E chissà, magari, i playoff.