19 dicembre 2016

Trapani, la mentalità e il problema portiere

print-icon
alessandro_calori_trapani_getty

Alessandro Calori, allenatore del Trapani (Getty)

Contro il Frosinone il giovane Guerrieri ha mostrato di essere ancora in difficoltà e tutta la squadra non è riuscita a reagire dopo il nuovo svantaggio subito. Dopo aver migliorato il gioco, Calori dovrà far crescere il gruppo dal punto di vista caratteriale, a partite dal prossimo match di Cesena

Contro il Frosinone, nell’anticipo della 19 giornata di Serie B, il Trapani ha perso ancora. Il punteggio (4-1) ha messo in luce ancora una volta la grande difficoltà della squadra granata a reagire nei momenti di difficoltà. Subìto il gol del nuovo svantaggio (dopo il momentaneo pareggio di Coronado) la squadra non è più riuscita a rialzarsi finendo per incassare un passivo pesante. Complice anche il giovane portiere Guido Guerrieri, che sta incontrando grandi difficoltà e potrebbe indurre Calori a pensare di sostituirlo con Farelli - più che altro per far ritrovare un po’ di serenità a lui ed a tutto il reparto difensivo.

Gioco sì, testa no - L’ultimo posto con appena 12 punti in classifica si sente e pesa come un macigno sulla testa dei calciatori granata e Alessandro Calori lo sa. Proprio su questo ha insistito nella conferenza stampa post gara: "Dovrò trovare le parole giuste per far alzare la testa ai ragazzi e convincerli che una sconfitta non può pregiudicare l'inseguimento di un'impresa da compiere in più di venti partite". Parole di chi sa che la testa a volte fa più delle gambe e che un buon risultato potrebbe far svoltare la situazione. Nelle tre partite che il Trapani ha giocato con Calori in panchina si sono viste buone cose per quello che riguarda il gioco mostrato: più efficace e di qualità, con uomini come Citro e Petkovic spesso capaci di trascinare i compagni. I risultati però non arrivano e il problema portiere va risolto perché le gare per provare ad inseguire la salvezza sono sempre meno e il bilancio attuale parla di nove sconfitte, nove pareggi e un solo successo ottenuto finora.

Verso il Cesena -
Nel prossimo impegno, sabato 24 alle 15, i granata affronteranno il Cesena. L’obiettivo è sempre lo stesso, cercare punti (possibilmente tre) che smuovano la classifica e risollevino il morale di tutto l’ambiente. La squadra è tornata ad allenarsi quest’oggi sotto gli occhi del suo allenatore, che dopo il riscaldamento generale e tecnico ha guidato i suoi in una serie di tre blocchi di possessi palla intervallati da lavori intermittenti e ha concluso con una partitella. Per quanto riguarda i calciatori ai box, Luca Pagliarulo - che deve recuperare da una distrazione muscolare al vasto mediale destro - ha lavorato in piscina mentre hanno ripreso la riatletizzazione sia Mihai Balasa (problema al collaterale mediale del ginocchio destro) sia Andrea Ferretti (problema muscolare). Sempre a parte Davide Raffaello, che prosegue il programma personalizzato di riatletizzazione. Per domani e mercoledì è prevista una doppia seduta, giovedì una sessione pomeridiana. Venerdì, infine, il gruppo si dedicherà alla rifinitura della vigilia.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky