20 dicembre 2016

Pisa, Petroni accetta l'offerta: il 22 la cessione

print-icon
pisa_proteste

I tifosi avevano annunciato manifestazioni prima di Pisa-Spezia in caso di non raggiungimento dell'accordo

La famiglia Petroni ha accettato la proposta di Corrado dopo le trattative notturne e l'intervento di Andrea Abodi. Giovedì dovrebbero arrivare le firme sugli accordi, che metterebbero così la parola fine a mesi complicati e permetterebbero anche il regolare svolgimento della prossima partita contro lo Spezia

La svolta tanto attesa e sperata è arrivata, Fabio Petroni ha accettato l’ultima ed irrevocabile offerta per l’acquisto del club fatta da Giuseppe Corrado domenica sera. La risposta, pubblicamente, non era arrivata entro le 24 ore richieste ma i contatti tra le parti hanno portato al raggiungimento di un accordo di massima durante la notte, seguito poi da un comunicato che conferma l’accettazione della proposta da parte della Carrara Holding. Fondamentale per la conclusione della trattativa è stata la mediazione del presidente della Lega Serie B Andrea Abodi.

La nota - Questa l’ultima nota pubblicata, in cui si confermano le novità in attesa della definitiva chiusura: "Con la presente a nome di Carrara Holding - si legge - si conferma ancora una volta l'accettazione irrevocabile dell'ultima proposta di acquisizione dell'Ac Pisa 1909 nella versione inviataci da parte di Magico Srl via mail alle 20.32 del 19 dicembre 2016. Magico Srl manterrà,come concordato verbalmente, l'offerta valida oltre la tempistica indicata nella stessa proposta. Carrara Holding dà la propria disponibilità alla stipula del contratto il 22 dicembre previo ricevimento della bozza notarile almeno 24 ore prima dell’atto. Nel caso in cui non si riuscissero entro tale data a risolvere formalmente i contratti del dr. Lucchesi e del dr.Tambone, il quale peraltro ha già dato da lunedì la propria disponibilità in tal senso, gli importi relativi  alla risoluzione delle rispettive posizioni lavorative rimarranno interamente a carico di Carrara Holding".

Giovedì giornata chiave - Prevista per giovedì 22 dicembre, dunque la firma sui documenti che consegneranno il Pisa a Corrado e chiuderanno così una vicenda lunga e complessa e che sta ancora tenendo tutta la città con il fiato sospeso. Dopo aver bloccato il pullman della squadra in partenza per Padova - dove la formazione era attesa per giocare nell’ultimo turno contro il Cittadella - i tifosi nerazzurri avevano promesso nuove manifestazioni in vista della sfida contro lo Spezia in caso di mancati accordi tra le parti; manifestazione che a questo punto non dovrebbero esserci. Dalla Lega e da parte della famiglia Petroni sono arrivate risposte rassicuranti: dopo la risoluzione dei contratti del dr. Lucchesi e del dr.Tambone sono in programma anche le firme, con la giornata di giovedì che sarebbe così storica per il Pisa, ad un passo dalla fine di questo lungo incubo.

Abodi all'ANSA - In seguito sono arrivate anche le parole di Andrea Abodi, che ha così fatto il punto della situazione attuale in attesa dei prossimi sviluppi: "Lucchesi è un professionista serio e ha preso un impegno - ha dichiarato - sono sicuro lo rispetterà. Stiamo lavorando per cercare di risolvere l'unico problema che ancora è rimasto. C'è la disponibilità piena da parte della proprietà a cedere il Pisa ai proponenti, ovvero gli investitori rappresentati da Magico srl. Sono convinto che Lucchesi saprà accettare il messaggio, mi auguro sia solo un fatto formale che andrà risolto nelle prossime 48 ore. E' un dovere da parte della Lega di Serie B essere coinvolta⁠⁠⁠⁠".

La soddisfazione della Lega B - "Il comunicato di pochi minuti fa con il quale Carrara Holding dichiara di accettare irrevocabilmente la proposta di acquisto dell'AC Pisa 1909 da parte degli Investitori della Magico srl rappresenta un passaggio fondamentale in questo lungo - troppo lungo - iter che giovedì potrà far uscire il club dallo "stallo" con una nuova proprietà. Il lavoro di queste ore da parte del soggetto venditore è finalizzato alla realizzazione anche dell'ultima condizione ancora non completamente soddisfatta, della quale Carrara Holding si è comunque assunta l'onere, relativa alla chiusura "in bonis" del rapporto con il DG Lucchesi che, con grande senso di responsabilità e professionalità, aveva già dato la sua disponibilità nei giorni scorsi. Siamo certi della massima concentrazione e della piena volontà delle due Parti per far in modo che dopodomani il Notaio possa finalmente formalizzare l'atto di cessione che potrà dare inizio alla nuova gestione del Pisa": con questa nota del presidente Andrea Abodi, anche la Lega B ha accolto con favore il vicino esito favorevole per la trattativa.