30 dicembre 2016

Ascoli, Aglietti: "L'entusiamo fa la differenza"

print-icon
aglietti_lapresse

Alfredo Aglietti, allenatore dell'Ascoli (La Presse)

L'allenatore bianconero ha sottolineato la prova dei tanti giovani ed in particolare di Andrea Favilli, anche oggi decisivo: "Osservo la crescita continua e costante dei miei ragazzi e questo è quello che mi interessa di più. In questo girone abbiamo fatto bene, avremmo potuto avere anche qualcosa in più"

Andrea Favilli decide la sfida della 21a giornata di Serie B, l’Ascoli sconfigge la Ternana fuori casa e sale così al tredicesimo posto in classifica con i suoi 27 punti. Una vittoria per chiudere l’anno nel modo migliore dopo due pareggi consecutivi e permetter così all’ambiente bianconero di vivere con serenità la sosta. Prima del ritorno in campo il 21 gennaio ci sarà tempo per lavorare sul mercato ma per il momento l’allenatore Alfredo Aglietti si dice soddisfatto di quanto fatto finora ai microfoni di Sky Sport: "Oggi avevo tanti giovani in campo, il merito dei ragazzi è stato quello di porsi in modo positivo al di là della giovane età e di rendersi protagonisti di buone partite; mi fa piacere che qualcuno sottolinei questo nostro merito, i ragazzi hanno una grande voglia e noi siamo una società che punta molto sui giovani. Oggi ho puntato su Favilli perché l'ho visto molto bene in questo ultimo periodo, lui ha risposto alla grande: ha segnato, ci ha dato i tre punti e ha fatto bene per tutto il girone d’andata. E’ una pedina importante per la nostra rosa, per il nostro campionato e per la nostra salvezza".

"Abbiamo allungato sulle ultime della classifica e questa è la cosa più importante; non guardo altri dati e non mi pongo obiettivi. Osservo la crescita continua e costante dei miei ragazzi e questo è quello che mi interessa di più. In questo girone abbiamo fatto bene, avremmo potuto avere anche qualcosa in più - senza recriminare, però partite come quella buttata via contro il Latina alla fine pesano e sono significative - però abbiamo risposto alla grande anche dopo quella gara. Penso che la crescita di questi ragazzi possa passare anche attraverso passaggi a vuoto come in quell’occasione. Il nostro segreto? È un insieme di cose, è chiaro che quando fai giocare tanti ragazzi bisogna anche concedere loro di sbagliare e l'avevo detto anche ad inizio stagione che noi nel girone di ritorno saremo una squadra diversa perché avremo avuto la possibilità di maturare insieme. Abbiamo cambiato qualcosa anche sull'aspetto tattico perché prima giocavamo diversamente e questo tipo di modulo ci sta dando dei frutti. Ma più che altro sono l'atteggiamento e la convinzione e l'entusiasmo a fare la differenza. Oggi avevamo tanti tifosi al nostro seguito e per noi anche questo è importante".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky