30 dicembre 2016

Perugia, Bucchi: "Buona gara, peccato per errori"

print-icon
bucchi_perugia_lapresse

Cristian Bucchi, allenatore del Perugia (La Presse)

Si chiude con una sconfitta l’anno del Perugia di Bucchi, sconfitto 2-1 dalla Salernitana. L’allenatore: "Pagate due disattenzioni, sconfitta immeritata. Il nostro segreto è la qualità morale; mercato? se troveremo giocatori che fanno al caso nostro proveremo a migliorarci, soprattutto in attacco"

Dopo il pareggio ottenuto contro il Latina nello scorso turno, il Perugia di Cristian Bucchi perde nell’ultima sfida del 2016 contro la Salernitana di Bollini. Ad aprire le marcature è stato Donnarumma nel primo tempo, il raddoppio porta la firma di Coda al 79’. Inutile la rete di Dezi nel primo minuto di recupero, il risultato finale è 2-1 che consegna tre punti alla formazione campana e lascia i biancorossi fermi a quota 30 punti. Al termine della gara, l’allenatore della squadra umbra ha parlato così della partita dei suoi, ai microfoni di Sky Sport: "Gli infortuni una giustificazione? Sì, ma ci sono stati anche alcuni errori; dispiace soprattutto per questo perché sapevamo delle difficoltà che avevamo e di tutti i calciatori assenti, però devo dire che abbiamo giocato molto bene la partita, abbiamo anche comandato bene il gioco, abbiamo creato 4-5 situazioni nitide ma niente perché purtroppo abbiamo fatto due errori importanti e quando poi giochi contro attaccanti come quelli della Salernitana alla fine li paghi".

Una stagione da 7 -
"Torniamo a casa un po' rammaricati perché per la prestazione fatta questo risultato non è giusto, non doveva esserci la sconfitta. Dezi è cresciuto molto, ha avuto sicuramente un’evoluzione importante dal punto di vista personale e all'interno della nostra squadra. È diventato un punto di riferimento per i compagni, credo che sia pronto per fare anche il salto di categoria però egoisticamente spero che questo avvenga a giugno, così che possa finire la stagione con noi visto che è un calciatore essenziale per la mia rosa e spero che per i prossimi sei mesi continui a crescere con la maglia del Perugia. A questi ragazzi darei un sette se dovessi fare un bilancio, perché se ad agosto ci avessero detto che saremmo stati dietro alla griglia play-off alla fine del girone di ritorno tutti ci avremmo messo la firma soprattutto perché questo è un gruppo nuovo, rinnovato con tanti giovani e tanti calciatori che arrivano dalla Lega Pro. E anche io sono giovane quindi non possiamo che essere felici per quanto fatto".

Mercato? Qualcosa faremo - "Ringrazio la società, la dirigenza, il presidente che ci hanno accompagnato in questi mesi condividendo e appoggiando le nostre scelte in ogni momento e non solo quando tutto andava bene ma anche in questi periodi di maggior emergenza. È stato un percorso molto positivo e cercheremo di crescere ancora, di migliorare e non dobbiamo disperdere quanto fatto finora. Mercato? Girano voci di attaccanti importanti che sicuramente farebbero comodo. Qualcosina sicuramente dovremmo fare perché conosco il presidente e so che non si vuole accontentare; se riusciremo a trovare un attaccante che fa al caso nostro da aggiungere ad un gruppo straordinario sicuramente proveremo a chiudere. Il nostro segreto è la qualità morale".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky