Benevento, Baroni: "La soluzione? Dentro di noi"

Serie B
GettyImages-177596965

Dopo il pesante ko di Perugia, i giallorossi ripartono dal Trapani: "Con undici partite da giocare ancora è tutto nelle nostre mani", ha detto Baroni in conferenza. Sui tanti infortuni: "Ci vuole il sacrificio di tutti"

Per il Benevento è il momento della verità: sabato, con il Trapani, la squadra di Baroni deve agguantare i tre punti, per gettarsi alle spalle il momento di calo e dare una nuova iniezione di fiducia all’ambiente. Il Perugia doveva essere l’avversario ideale per la svolta, ma la gara con gli umbri ha evidenziato nuovamente i limiti dell’ultimo periodo: “La squadra a Perugia ha sofferto solo i primi dieci minuti, poi si è sbloccata - ha commentato l'allenatore giallorosso - Chiaro che poi dopo il 2-1 qualcosina abbiamo lasciato. Nonostante ciò, anche sul 3-1 abbiamo avuto delle occasioni per riaprirla. È importante ritrovare compattezza che ha fatto sì che questa squadra fosse protagonista del campionato. Con undici partite da giocare ancora è tutto nelle nostre mani e credo che dobbiamo ripartire da qui”.

Infortuni - Cragno ko, ma non sarà l’unico assente con il Trapani: “Falco ha svolto differenziato anche oggi, ma spero di averlo a disposizione. Lopez e Venuti sono a posto. Padella ha avuto una nuova ricaduta, ma stiamo cercando di lavorare sulla sua infiammazione”. Emergenza in attacco, in dubbio anche Falco: “Il 4-4-2 è una soluzione - ha proseguito - Bisogna tornare a fare bene le due fasi. Ci manca il risultato in maniera importante. Con lo spirito e la giusta determinazione possiamo ripartire. In questo momento dobbiamo risolvere la chiusura dell’azione e da quel punto di vista dobbiamo andare dentro con determinazione e cattiveria. Cissè porta fisicità e corsa, oltre un buon tiro. È una variante in un sistema di gioco che per noi è stato consolidato. In questo momento a mancare non è la giocata verso le punte, anzi, alcune azioni le orchestriamo con tantissimi passaggi; dobbiamo trovare un po’ di equilibrio e bisognerebbe anche andare in vantaggio e non rincorrere sempre”.

Sacrificio - “Ci vuole il sacrificio di tutti per supportare così tanti attaccanti, dobbiamo tornare a fare una corsa in più. La soluzione è dentro di noi”, ha continuato Baroni. Sui troppi gol incassati nell’ultimo periodo: “A Perugia abbiamo subito gol dopo 28 secondi, poi sugli sviluppi di una palla inattiva. Questo fa parte dei percorsi e quando le cose non girano non va a favore neanche l’episodio. Noi dobbiamo invertire questo trend e tutto passa dalla determinazione e dalla prestazione”.In vista del Trapani: “Non credo che ci sia più il Benevento dell’andata a Trapani, come non c’è più quel Trapani. Gioca con spirito e coraggio, forse componenti che ci sono un po’ mancate nell’ultimo periodo. Io ho fiducia nei miei calciatori e non la perdo. I ragazzi sanno qual è la strada da riprendere”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche