28 marzo 2017

Spal, il ds Vagnati: "Orgoglioso della squadra"

print-icon
Tifosi Spal

Tifosi Spal (ph Twitter @spalferrara)

Nonostante la sconfitta nell’ultimo turno di campionato, in casa Spal si continua a sognare la Serie A. Il ds Vagnati: "Abbiamo un grande obiettivo davanti a noi, proviamoci fino alla fine. Frosinone? Gara decisa dagli episodi, orgoglioso della squadra"

Una sconfitta che lascia inalterate le certezze e le convinzioni acquisite nel corso di una cavalcata che dura ormai da inizio stagione, nonostante il ko rimediato con il Frosinone nell’ultimo turno di campionato la Spal continua a sognare in grande: "E’ stata una partita decisa dagli episodi, come era anche prevedibile visto che si affrontavano le prime due squadre in classifica. Penso che alla fine dobbiamo essere orgogliosi di quello che la squadra ha fatto, giocando alla pari e senza timore, con la possibilità anche di vincerla la gara. Quello che adesso dobbiamo fare e pensare solo all’Avellino, perché in palio ci saranno tre punti come contro il Frosinone: abbiamo un grande obiettivo davanti a noi e dobbiamo provare fino alla fine a conquistarlo, ma senza isterismi", messaggio chiaro quello lanciato in conferenza stampa dal direttore sportivo della Spal Davide Vagnati. Il dirigente biancazzurro non nasconde che il prossimo mese sarà decisivo: "Aprile darà un’indicazione importante su quella che sarà la composizione finale del campionato. I 10 punti tra terza e quarta? Certo che ci penso. Quanto abbiamo speso noi per costruire la squadra? Diciamo che in questa speciale classifica noi siamo quartultimi, il Frosinone secondo: loro hanno speso il doppio rispetto a noi", le parole di Vagnati.

Viaggio in Brasile - Direttore sportivo della Spal rientrato da poco da un viaggio in Brasile dove ha visionato diversi calciatori: "E’ stata un'esperienza importante non solo per qualità dei giocatori che ho visto, ma anche per le strutture che ho visitato e per i contatti che ho preso. Penso sia una cosa positiva per il futuro, perché comunque nel mio lavoro bisogna sempre essere al passo con i tempi: questo viaggio ha riempito il mio bagaglio di esperienza e nozioni sul calcio sudamericano", ha ammesso Vagnati. "Ho notato tanti giocatori con grandissime prospettive, ma non è semplice magari riuscire a portarli via perché già giocano in squadre importanti: bisognerebbe riuscire a prenderli quando ancora non hanno avuto la loro completa maturazione. Lo scorso anno, ad esempio, avevo trovato uno davvero molto bravo, ma poi ha iniziato a fare gol a raffica: e adesso questo club ha rifiutato da una società italiana un’offerta da 10 milioni di euro. Voglio però precisare che ci teniamo ad essere più italiani possibile, ci piacerebbe inoltre avere molti ferraresi nel settore giovanile. Se poi ci saranno stranieri di un certo livello che ci potranno aiutare a migliorare la rosa allora li valuteremo, ma non è nella nostra filosofia prendere giocatori tanto per prenderli", ha concluso il ds della Spal Davide Vagnati.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky