03 aprile 2017

Pro Vercelli, Migliaccio: "Stiamo bene"

print-icon
Pro Vercelli

Comi, attaccante della Pro Vercelli, esulta per un gol nel match contro l'Avellino (lapresse)

L'allenatore in seconda dei piemontesi verso la trasferta di Carpi: "La squadra sta bene, valuteremo se fare del turnover". Sugli avversari: "Hanno attaccanti forti, dovremo essere attenti"

1-0 contro il Bari che fa sorridere la Pro Vercelli e permette alla squadra di continuare sulla giusta strada. Ora, nel turno infrasettimanale, per i piemontesi ci sarà in Carpi, altra sfida decisiva per allontanarsi dalla zona retrocessione: “La squadra sta bene, sapevamo che in questo mese ci sarebbero state diverse partite ravvicinate”, ha detto Dario Migliaccio, secondo allenatore, in conferenza. “Valuteremo se qualcuno avrà bisogno di rifiatare, chi ha trovato meno spazio potrebbe tornare utile già domani”. I risultati danno fiducia: “Non dobbiamo commettere l’errore di pensare di aver raggiunto l’obiettivo con la vittoria di sabato: mancano 9 partite e ci servono ancora 10 punti per raggiungere la matematica salvezza. L’autostima è cresciuta, ma non dobbiamo perdere la giusta concentrazione”.

Indisponibili e turnover - Potranno esserci diverse variazioni di formazione: “I lungodegenti sono ancora fuori: Mammarella, Vajushi e La Mantia staranno ancora fuori per alcune settimane. Gli altri stanno tutti bene. Diffidati? Teniamo in conto anche questo aspetto: oltre al dispendio di energie fisiche e mentali di sabato. Parleremo con i ragazzi. Fisicamente stanno tutti bene”, ha continuato Migliaccio. Sul turnover: “Cercheremo di fare un turnover ragionato, bisogna mantenere equilibrio: non bisogna esagerare. Domani faremo un breve allenamento, perché si giocherà alla sera”.

Carpi - “Hanno un modo di giocare che si portano dietro da anni: sappiamo che in casa e fuori cambiano poco”, ha detto il secondo di Longo. “Dobbiamo sfruttare i loro punti deboli, non facendoli esaltare nelle loro qualità. Il loro gioco è molto fisico, e poi hanno singoli di grande qualità. Le motivazioni non mancheranno, né a loro né a noi. Hanno attaccanti di grande forza fisica, dovremo essere estremamente attenti”. Come incontra la sua in cui ha giocato fino a poco tempo fa: “Gianmario tiene molto a questa partita, è un ex: diciamo che però ci terrebbe un pochino di più a giocare, ha motivazioni particolari”.

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky