02 giugno 2017

Frosinone, il messaggio di Ariaudo: "Lacrime e pensieri, ma grazie"

print-icon
Lorenzo Ariaudo - Frosinone

Lorenzo Ariaudo, difensore del Frosinone (Lapresse)

Questo il bel messaggio del difensore su Instagram, un bilancio di stagione: "Quest'anno è stato un anno ricco di emozioni, soddisfazioni, amarezze e ricordi che rimarranno indelebili nel mio cuore per tutta la vita. Un grazie a chi ci ha sostenuto nel bene e nel male e a chi ci ha sempre sostenuto"

Finale di stagione da dimenticare per il Frosinone. Da cancellare dall'annata. Prima il terzo posto e i playoff, dopo una stagione al vertice, poi la sconfitta contro il Carpi. In 9 uomini. Contestazione, fischi, insulti. E le dimissioni di Pasquale Marino da allenatore della squadra. Momento tutt'altro che semplice in casa Frosinone, ora verranno sondati altri nomi (Grassadonia, Bucchi e Fabio Liverani in primis). L'obiettivo è ricominciare. E dopo il finale amaro, Lorenzo Ariaudo ha voluto lasciare un messaggio a tutto l'ambiente. Le sue parole.

Ariaudo: "Lacrime e pensieri, ma grazie"

Mi sarebbe piaciuto chiuderla così, con una corsa, un sorriso e tanti abbracci, purtroppo questo finale di stagione ha lasciato spazio solamente alle lacrime e a tanti pensieri, di come sarebbe potuta andare se... o di come potevamo fare ma personalmente quest'anno è stato un anno ricco di emozioni - racconta Ariaudo sul proprio account Instagram - tante soddisfazioni, amarezze e ricordi che rimarranno indelebili nel mio cuore per tutta la vita".

Mi sarebbe piaciuto chiuderla così, con una corsa, un sorriso e tanti abbracci, purtroppo questo finale di stagione ha lasciato spazio solamente alle lacrime e a tanti pensieri, di come sarebbe potuta andare se... o di come potevamo fare ma... Personalmente quest'anno è stato un anno ricco di emozioni, soddisfazioni, amarezze e ricordi che rimarranno indelebili nel mio cuore per tutta la vita. Dall'inizio dell'anno non ho messo foto, forse per scaramanzia, forse perché stava andando tutto bene, non so; ma ora mi sembra il caso di ringraziare tutti dai magazzinieri al presidente, nessuno escluso perché con il vostro aiuto sono riuscito a ritrovare me stesso, a riscoprire un giocatore che in molti davano per finito o con la pancia piena.. ma questo non sono io e non lo sarò mai. Un grazie particolare alla gente di Frosinone e ai nostri tifosi che ci hanno sostenuto sempre nel bene e nel male, capendo i momenti difficili, purtroppo non siamo riusciti a farvi gioire come avreste meritato e questo è quello che fa più male, perché non c'è cosa più bella che condividere la felicità con voi, per questo rimarrà una ferita aperta nel mio cuore! Scrivo, cancello e poi riscrivo perché una spiegazione ancora non me la do, abbiamo provato a mettere tutti noi stessi in un campionato dove ci ha visto fare 74 punti e non salire direttamente in serie A, ci ha visto disputare dei play off dove tutto sembrava andare per il meglio quando poi è arrivata la doccia ghiacciata all'86.. c'è tanto rammarico e tanto dispiacere. Mi fa ancora più male tutto questo perché l'altro giorno non sono potuto scendere in campo a lottare.. come all'andata. Volevo ringraziare i miei compagni, perché realmente noi sappiamo quanto abbiamo dovuto lottare per cercare di centrare il nostro obbiettivo ma purtroppo le cose a volte vanno come non ti saresti aspettato o semplicemente meritato; ci abbiamo provato, abbiamo sbagliato ma sono sicuro che tutto questo ci darà la forza per affrontare il futuro. Grazie a tutti per avermi fatto sentire subito a casa.. FORZA FROSINONE 💛💙 #frosinone #frosinonecalcio #legab #forzaleone

Un post condiviso da Lorenzo Ariaudo (@lorenzoariaudo) in data:

"Rammarico per i playoff"

Continua Ariaudo: "Dall'inizio dell'anno non ho messo foto, forse per scaramanzia, forse perché stava andando tutto bene, non so; ma ora mi sembra il caso di ringraziare tutti dai magazzinieri al presidente, nessuno escluso perché con il vostro aiuto sono riuscito a ritrovare me stesso, a riscoprire un giocatore che in molti davano per finito o con la pancia piena.. ma questo non sono io e non lo sarò mai. Un grazie particolare alla gente di Frosinone e ai nostri tifosi che ci hanno sostenuto sempre nel bene e nel male, capendo i momenti difficili - dice l'ex Juve - purtroppo non siamo riusciti a farvi gioire come avreste meritato e questo è quello che fa più male, perché non c'è cosa più bella che condividere la felicità con voi, per questo rimarrà una ferita aperta nel mio cuore! Scrivo, cancello e poi riscrivo perché una spiegazione ancora non me la do, abbiamo provato a mettere tutti noi stessi in un campionato dove ci ha visto fare 74 punti e non salire direttamente in serie A, ci ha visto disputare dei play off dove tutto sembrava andare per il meglio quando poi è arrivata la doccia ghiacciata all'86. c'è tanto rammarico e tanto dispiacere. Mi fa ancora più male tutto questo perché l'altro giorno non sono potuto scendere in campo a lottare come all'andata".

"Mi avete fatto sentire a casa"

Conclude: "Volevo ringraziare i miei compagni, perché realmente noi sappiamo quanto abbiamo dovuto lottare per cercare di centrare il nostro obbiettivo ma purtroppo le cose a volte vanno come non ti saresti aspettato o semplicemente meritato; ci abbiamo provato, abbiamo sbagliato ma sono sicuro che tutto questo ci darà la forza per affrontare il futuro. Grazie a tutti per avermi fatto sentire subito a casa.. FORZA FROSINONE".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky