08 agosto 2017

Empoli, Luperto e Seck: "Siamo nella piazza giusta per crescere"

print-icon
lup

I due giovani difensori si presentano: "E' la piazza giusta per un giovane per crescere, c'è serietà e cultura del lavoro. Vogliamo fare un grande campionato qui ad Empoli"

Sebastiano Luperto e Moustapha Seck, due giovani interessanti per la difesa dell'Empoli. Arrivano in prestito da Napoli e Roma e, quest'oggi, sono stati presentati alla piazza toscana. "Aspettavo da qualche tempo e questo mi ha dato un po’ fastidio, ma sapevo che l’Empoli credeva in me e quindi ho pensato di intraprendere questa strada – ha esordito Luperto - Non ho fatto il ritiro col Napoli, ma ho lavorato per conto mio e adesso mi sto integrando con il gruppo. I consigli di Sarri e dei miei compagni di squadra? Non ho sentito altri giocatori, ma il Napoli spingeva per mandarmi qui perchè sapeva cosa avrei trovato. Riteneva che fosse la piazza giusta per crescere. L'Empoli è sempre stata una società solida, per me questo conta parecchio. Mi fa piacere ritrovare Provedel, speriamo di battere il record di imbattibilità che abbiamo stabilito lo scorso anno. Oltre a lui conoscevo anche Piu ed El Kaddouri, l’impatto è stato buono".

Seck: "Qui c'è cultura del lavoro"

Con Luperto ha parlato anche Seck: "E’ stato molto positivo il primo impatto, sono molto contento di essere qui – ha dichiarato il difensore della Roma - Spero di dare una mano alla squadra a fare un grande campionato. Vengo da una grande società, ma anche qui c’è grande cultura del lavoro e si punta a giocar bene. Mi voleva il Chievo, ma qui sapevo di trovare un modo di giocare che mi piace molto. Conosco compagni come Mario Rui e Skorupski, mi hanno parlato benissimo di questa realtà. Spero di fare almeno in parte quello che hanno fatto loro".

I PIU' VISTI DI OGGI