Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
04 ottobre 2017

Ascoli, Giaretta: "Squadra in crescita. Perez? Voce fuori dal coro"

print-icon
Giaretta

Giaretta, ds dell'Ascoli (fonte sito Ascoli)

Il direttore sportivo dei bianconeri: "Ogni giorno la squadra lavora molto bene, all'inizio eravamo arrabbiati per i risultati ma preferisco le belle prestazioni perchè poi i punti arrivano di conseguenza. Perez? E' una voce fuori dal coro"

Prima la vittoria di Cesena, poi l'ottimo pareggio contro una grande squadra come il Palermo. E' un Ascoli in crescita nelle ultime settimane, i bianconeri vogliono risalire la classifica e stanno preparando la difficile sfida di Salerno. Di questo, e di tanto altro, ha parlato Giaretta: "Ogni giorno lavorano in maniera pignola e molto organizzata – ha dichiarato il direttore sportivo bianconero - All'inizio eravamo delusi e arrabbiati perché le prestazioni non andavano di pari passo coi risultati, ma preferisco una bella prestazione perché i risultati ne sono sempre una logica conseguenza. Nel mio ruolo la scelta dell'allenatore e del suo staff è molto importante. E grazie a loro è evidente la crescita di alcuni giocatori, basti pensare a Mignanelli o Mogos che lo scorso anno hanno incontrato qualche difficoltà e che in questa stagione hanno acquisito molta sicurezza. Sappiamo che la strada è lunga, ma siamo su quella giusta. Acquisire sempre più calciatori di proprietà e cercare di aumentare il capitale societario sono aspetti molto importanti. Su 27 calciatori ben 25 sono di proprietà e questo è un dato di rilievo".

"Perez? Voce fuori dal coro"

Il ds bianconero parla poi dell'attaccante Leonardo Perez, che si è lamentato sui social per la seconda esclusione consecutiva contro il Palermo: "A fine maggio comunicai al procuratore di Leo i nostri obiettivi e la necessità di trovare delle opportunità per il ragazzo nel mercato estivo – prosegue - Si sono presentate almeno dodici occasioni, ma credo che al suo agente sia sfuggita un po' la situazione di mano e il 31 agosto Perez è rimasto all'Ascoli. A quel punto ho fatto un discorso al ragazzo dicendogli di giocarsi tutte le chance, come deve fare ogni calciatore professionista che viene puntualmente pagato dalla Società. Pochi giorni fa il post molto grave pubblicato sui social dal ragazzo: ci ha meravigliati molto, una voce fuori dal coro che non possiamo accettare, soprattutto perché stiamo creando un gruppo sano, sinergico con Socieà e ambiente. Dobbiamo prendere provvedimenti, intanto lo abbiamo sospeso per due giorni, in attesa di decisioni. Col suo nuovo procuratore Di Campli cercheremo la migliore soluzione possibile".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi