user
11 novembre 2017

Parma, D'Aversa: "Impariamo a leggere la partita, Cittadella aggressivo"

print-icon
Roberto D'Aversa

Roberto D'Aversa, allenatore del Parma (Foto: Getty Images)

L'allenatore degli emiliani ha presentato la prossima sfida col Cittadella in conferenza stampa: "Contro il Frosinone quel che mi ha infastidito sono stati i tanti errori tecnici all’inizio della gara. Il modulo non conta, serve determinazione"

Alla vigilia del match che vede impegnato il Parma Calcio in casa del Cittadella per il 14° turno della Serie B, Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del centro tecnico di Collecchio: “Il Cittadella è una squadra in salute, aggressiva, dovremo essere pronti prima di tutto mentalmente. Se analizziamo tutte le partite che abbiamo giocato fino ad ora c’è stata tutto sommato continuità, ma dobbiamo considerare anche il valore degli avversari: nella scorsa gara contro una squadra costruita per andare in Serie A come il Frosinone ci possono stare momenti in cui devi saper soffrire”. L’allenatore ha proseguito così: “Ai ragazzi chiedo di dare il massimo e di saper leggere determinati momenti della partita: a volte dovremo ragionare e altre spingere sull’acceleratore. Il modulo? Non sarà importante quello ma la determinazione con la quale lo interpretiamo. Contro il Frosinone quel che mi ha infastidito sono stati i tanti errori tecnici all’inizio della gara, chiaro che c’è stato rammarico perché dopo la prestazione globale siamo andati a casa con zero punti: ho il difetto di non accettare la sconfitta soprattutto quando i miei ragazzi non la meritano, ma ora dobbiamo pensare al Cittadella perchè possiamo andare incontro a delle difficoltà. Il loro ambiente è sereno ma interpretano il calcio in maniera aggressiva sul campo, inoltre sia i vecchi che i nuovi giocatori hanno molto senso di appartenenza al club, dovremo state attenti”.

Gli avversari

“Abbiamo analizzato come gioca il Cittadella, i miei giocatori devono sapere come si comportano gli avversari, più nozioni hanno meglio sanno muoversi in campo, poi però dobbiamo metterci del nostro. Loro giocano con un 4-3-1-2, sono bravi a venirti ad aggredire altri, puntano sui recuperi alti, dovremo essere bravi sulle prime palle ma anche sulle seconde. Inoltre fanno costantemente ottimi campionati e lo scorso anno per lungo tempo sono stati nelle zone alte della classifica“ ha concluso D’Aversa.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi