Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
17 novembre 2017

Virtus Entella arriva il Venezia. Aglietti: "Vogliamo tornare a vincere"

print-icon

L'allenatore biancazzurro in conferenza stampa: "Tornare alla vittoria sarebbe fondamentale, il Comunale deve essere il nostro fortino. Venezia sorpresa del campionato, ma, stando attenti, possiamo fare bene"

Seconda partita dal ritorno di Alfredo Aglietti in panchina: la Virtus Entella vuole a tutti i costi ritrovare la vittoria al Comunale. Dopo il buon 0-0 di Avellino, i biancazzurri dovranno vedersela contro l’ostico Venezia, terzo in classifica e miglior difesa del campionato: “Approcciamo bene alla gara, abbiamo vissuto una buona settimana. La gara con l'Avellino ci ha dato buoni segnali, troviamo una formazione ostica con la miglior difesa del campionato. La squadra lagunare vive un momento magico, è la vera sorpresa del campionato. Ma noi possiamo fare bene, una vittoria sarebbe davvero importante”, ha detto l’allenatore dei liguri nella consueta conferenza stampa della vigilia. “Tornare alla vittoria sarebbe fondamentale, l'Entella in passato ha fatto del Comunale la propria forza e deve tornare a essere così. Tocca a noi interpretare bene la partita, bisogna essere veloci e tecnici sbagliando pochi passaggi. Il Venezia sa ripartire, serve pazienza. Da domani dovremo tornare a vincere nel nostro stadio”.

"Venezia letale, dovremo stare attenti"

Luppi di nuovo a disposizione, si apre la possibilità di un tridente: “Sì, l'abbiamo provato - ha continuato Aglietti - È una soluzione che mi alletta per domani ma anche per il futuro, possiamo giocare col 4-3-3 oppure con altri moduli a gara in corso. Dalla settimana scorsa a ora c’è stato un risultato positivo, senza prendere gol, con una buona prestazione fatta di temperamento e concentrazione. Se entriamo in campo con il giusto piglio siamo una squadra che è fastidiosa e difficile da battere. Questo deve accrescere la nostra fiducia, la nostra condizione e la nostra voglia di far bene. Sorprese? Ce ne sono state, conoscevo poco Diaw personalmente ed è un giocatore che quando è entrato ha fatto molto bene. Ci sono giocatori come De Santis e Baraye. C’è da lavorare, ma sicuramente sono ragazzi di qualità che potranno ritagliarsi uno spazio importante”. Venezia con difesa di ferro: “Non dobbiamo pensare al fatto che abbiamo di fronte la miglior difesa del torneo. Dobbiamo interpretare bene la partita. Oltre ad essere una squadra che si difende bene, il Venezia è bravo nelle ripartenze. Dobbiamo esser bravi a non concedere contropiede, a lavorare sulle coperture preventive, a cercare di avere pazienza e far girare la palla senza ammassarci là davanti perché faremo il gioco loro”, ha concluso.

Serie B: tutti i gol

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi