07 gennaio 2018

Palermo, Tedino: "Voto 8 alla squadra per il girone di andata, ma possiamo crescere ancora"

print-icon
Bruno Tedino - Palermo

Bruno Tedino, allenatore del Palermo (lapresse)

L'allenatore rosanero premia la squadra per il girone di andata: "Possiamo migliorare, ma meritiamo un 8 per quanto fatto. Mi piace la nuova compattezza del gruppo: a luglio c'era grandissima delusione e incertezza"

Il Palermo ricomincia il 2018 da primo in classifica, nonostante le diverse difficoltà incontrate nell’ostico girone di andata. Dovrà essere un anno importante per i rosanero, che puntano dritti al ritorno in Serie A. Lo sa bene Bruno Tedino, pronto a combattere per tenere i suoi al vertice: “La nostra soddisfazione è di aver creato questo gruppo, con questa mentalità - ha raccontato al sito ufficiale del club - Magari migliorabile, ma davvero di valore sotto l’aspetto morale. Si sono resi conto di poter dare ancora qualcosa alla città. Mi piace molto la compattezza ed il modo dei ragazzi di intendere il gruppo: parliamo di un gruppo nato dalle macerie, ma che sta vivendo un momento di grande autostima. E per tenerle alta servono risultati. Noi continueremo a mettere il grande impegno che abbiamo messo finora per riportarla in una categoria prestigiosa”. Un gruppo, quello rosanero, sorto dalle ceneri della retrocessione: “Sinceramente quando siamo partiti il 12 luglio ce ne erano molte di incertezze: i ragazzi non credevano ad un proprio riscatto o pensavano di andare da altre parti. É normale che ci sia delusione dopo una retrocessione e che non ci siano gli stimoli, ma abbiamo fatto un lavoro molto bello, grazie soprattutto alla loro disponibilità. Senza questa disponibilità non puoi creare niente in campo”.

"Campionato equilibrato, meritiamo un 8 in pagella"

Secondo Tedino il suo Palermo merita un 8 per il lavoro fatto finora: “Non sono io che devo darmi i voti. Se il voto fosse alto sarei presuntuoso, se fosse basso non sarebbe giusto. Il voto semmai lo darei a tutto l’ambiente, cioè lo staff tecnico, dirigenziale, medico, i magazzinieri… ognuno porta il suo mattoncino, anche se è la squadra che va in campo. Certamente il voto può migliorare, ma penso che il Palermo un 8 in pagella lo meriti”, ha ammesso. “La squadra sa di essere forte e alle volte è superficiale, si compiace un po’ troppo, mentre è nelle difficoltà che riesce a fare qualcosa di eclatante e di speciale”. Ora la lunga pausa invernale: “Per alcuni è giusto recuperare le energie, soprattutto chi ha tirato la volata agli altri. Qualcuno invece sta bene ed era giusto dare continuità di rendimento. Certamente bisogna ricaricare le batterie e fare un buon recupero: le regole son queste. É un campionato equilibrato, con squadre forti fino anche al 12esimo posto: quest’anno squadre come Parma, Cremonese e Venezia sono neopromosse ma sono società destinate a fare sempre campionati da alta classifica. Empoli, Frosinone, Palermo e Bari però sono partite per vincere”, ha concluso.

Serie B 2017-2018: gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Arriva la Yamaha: oggi svelata in LIVE streaming

LeBron James: le tappe verso i 30.000 punti

Scelte le riserve: ecco tutti gli All-Star 2018

Benevento, colpo a sorpresa: arriva Sagna

La Juve dopo Han punta Pellegri e cede Lirola

Napoli, apertura del Sassuolo per Politano

La Roma tratta Aleix Vidal col Barça. E Dzeko...

Il calcio unito per non dimenticare la Shoah

Montella in semifinale, Atletico ko 3-1 a Siviglia

Carabao Cup, il City batte il Bristol: è in finale

L'Inter non molla Pastore, incontro con l'agente

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI